Seppie ripiene al forno

Seppie ripiene al forno

Seppie ripiene al forno

chiudi

Scopriamo oggi come preparare le seppie ripiene al forno, un gustoso secondo piatto dal sapore estivo e che renderà felici tutti i vostri ospiti a casa.

Le seppie ripiene al forno rappresentano un secondo piatto gustoso e dal sapore molto estivo. La farcitura si compone di tentacoli e pangrattato, che serviranno a cuocere il pesce in maniera soffice evitando quello spiacevole retrogusto stopposo. Il consiglio è quello di abbinare alle seppie ripiene al forno un vino bianco delicato che vi farà gustare appieno il tutto.

DIFFICOLTA’: 2

COTTURA: 40′

PREPARAZIONE: 40′

INGREDIENTI: *4 persone*

  • 4 seppie grandi
  • 4 cucchiai olio extravergine d’oliva
  • 4 cucchiai di pangrattato
  • 800 gr di patate
  • sale q.b.
  • 2 spicchi di aglio
  • 20 gr di prezzemolo
  • pepe q.b.

PREPARAZIONE: 

Prima di cominciare a preparare le vostre seppie ripiene al forno, pulite il pesce, eliminando gli occhi, l’osso e le interiora. Togliete anche la pelle e sciacquate bene sotto acqua corrente per eliminare tutte le impurità del caso.

Dividete i tentacoli in due metà e tritatene inizialmente la prima. Lavate le patate e tagliatele a fettine sottili. Successivamente sbucciate l’aglio e mondatelo.

Tritatelo poi con il prezzemolo lavato in precedenza.

Unite questa metà di trito con due cucchiai di pangrattato, aggiungete il pepe e unite ai tentacoli tritati.

Riempite il composto creato con le seppie e, con l’aiuto di uno stecchino, chiudete l’apertura del pesce per non far uscire la farcitura dall’interno. In una teglia da forno, versate un bicchiere di acqua salata ponete le patate e i tentacoli che rimangono.

Sistemate le seppie e cospargetele con il pangrattato che è rimasto e il trito di aromi.

Cospargete con un po’ di olio e infornate a 180 gradi per circa 40 minuti.

Ogni tanto girate le seppie e le patate, per consentirne una buona cottura fino a doratura.

Servite quando le vostre seppie ripiene al forno sono ben calde.

BUON APPETITO!

FOTO COPERTINA: PINTEREST