Ecco i 10 accessori per la friggitrice ad aria che dovreste assolutamente avere per sfruttare appieno le sue potenzialità.

Le friggitrici ad aria sono diventate un must-have nelle cucine di molti appassionati. Questi dispositivi consentono di preparare cibi croccanti e deliziosi utilizzando, a differenza delle friggitrici tradizionali, pochissimo olio. Tuttavia, per sfruttare appieno il potenziale di una friggitrice ad aria, è fondamentale avere a disposizione gli accessori giusti. Ecco una lista dei 10 accessori per la friggitrice ad aria che vi permetteranno di spaziare ulteriormente con le ricette!

Griglie

Griglia friggitrice ad aria
Griglia friggitrice ad aria

10 ricette detox per tornare in forma

Le griglie sono un accessorio versatile che permette di grigliare carne, pesce, verdure e molto altro nella tua friggitrice ad aria. Questo cestello consente di ottenere quel classico sapore di griglia, senza dover accendere il barbecue all’aperto. Esistono sia a un piano che a più livelli, così da cuocere contemporaneamente più cibi.

Teglie in silicone

Stampi silicone friggitrice ad aria
Stampi silicone friggitrice ad aria

Le teglie in silicone sono utili per cuocere torte, muffin e altre preparazioni dolci o salate nella tua friggitrice ad aria. Sono flessibili e antiaderenti, il che li rende facili da pulire e ideali per cucinare in spazi ristretti.

Carta forno per friggitrice ad aria

Carta forno friggitrice ad aria
Carta forno friggitrice ad aria

La carta forno per friggitrice può essere forata, per avere una migliore circolazione del calore e ottenere una cottura uniforme, oppure fatta a cestino, per evitare che in cottura si sporchi il cestello.

Pirottini di ceramica

Pirottino friggitrice ad aria
Pirottino friggitrice ad aria

Perfetti per la realizzazione delle monocotture, i pirottini di ceramica si adattano bene a cestelli di diverse dimensioni. Sono quindi un accessorio utile per tutti coloro che desiderano sfruttare al massimo la friggitrice ad aria.

Pinze lunghe

Pinze friggitrice ad aria
Pinze friggitrice ad aria

Le pinze lunghe sono strumenti essenziali per maneggiare il cibo nella tua friggitrice ad aria senza rischiare scottature. Assicurati di utilizzare pinze in silicone o altri materiali antigraffio per evitare danni al rivestimento antiaderente del cestello.

Spiedini di acciaio

Spiedini friggitrice ad aria
Spiedini friggitrice ad aria

Con gli spiedini di acciaio potete realizzare deliziosi spiedini di carne, pesce o verdure in friggitrice ad aria. L’aspetto positivo è che una volta utilizzati si possono lavare e utilizzare all’infinito.

Spruzzatore per olio

Spruzzino friggitrice ad aria
Spruzzino friggitrice ad aria

Mentre l’obiettivo principale della friggitrice ad aria è ridurre l’uso di olio, un piccolo spruzzatore può essere utile per applicare una leggera quantità di olio alle tue preparazioni, garantendo una croccantezza extra. A differenza dell’olio spray, lo spruzzatore è riutilizzabile con olio comune.

Teglie

La friggitrice ad aria in sostanza è un piccolo forno ventilato. Pertanto è possibile realizzare anche manicaretti come pasta al forno, lasagne o arrosti. In questo caso vi servirà una teglia della giusta dimensione, da calcolare in base al cestello. Tenete presente che attorno dovrà circolare l’aria quindi non sceglietela troppo grande.

Teglia friggitrice ad aria
Teglia friggitrice ad aria

Cestello per cottura a vapore

I modelli più avanzati permettono di utilizzare la friggitrice ad aria anche per le cotture a vapore. In questo caso assicuratevi che il cestello scelto sia adatto alle alte temperature.

Cestello vapore friggitrice ad aria
Cestello vapore friggitrice ad aria

Sottopentola

Sottopentola friggitrice ad aria
Sottopentola friggitrice ad aria

Una volta estratto il cestello va posizionato su una superficie adatta, non a diretto contatto con il piano di lavoro. Per questo potrebbe venire in vostro aiuto un sottopentola, anche in silicone.

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 14-01-2024


Come si mangia davvero il sushi?

Caso Ferragni-Balocco, parla l’azienda: ecco perché il pandoro costava di più