Ci sono alcuni alimenti in grado di aiutare il nostro corpo a eliminare le radiazioni. Ecco l’elenco completo di vitamine e cibi.

Il nostro organismo quotidianamente è bombardato da radiazioni di vario tipo. Solitamente si parla di radiazioni derivanti da fonti naturali (come il sole ed elementi presenti in natura) e da fonti artificiali come elettrodomestici, apparecchiature mediche e test nucleari. È facile intuire quindi che tutti noi, chi più chi meno, vi è sottoposto quindi se desiderate seguire un’alimentazione contro le radiazioni ecco quali sono i cibi che non possono proprio mancare.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Alimenti contro radiazioni
Alimenti contro radiazioni

Radiazioni: gli alimenti da consumare

Per eliminare le radiazioni dall’organismo occorre consumare alimenti contenenti sostanze in grado di legarsi agli isotopi radioattivi in modo che poi vengano smaltiti.

L’elemento più importante in questo senso è lo iodio (iodio-127) che impedisce a iodio-131 (nocivo) e al cesio-137 di legarsi alle strutture dell’organismo. Quindi, tutti gli alimenti ricchi di iodio sono perfetti nel caso in cui si è stati esposti a radiazioni. Rientrano in questa categoria il pesce, il sale iodato ma soprattutto le alghe.

Le mucillagini delle alghe marine (nori, wakame, arame, lattuga di mare e altre) rallentano l’assorbimento di sostanze radioattive come bario, stronzio 90, radio e cadmio. Tra le micro alghe invece ci sono spirulina e clorella che, con il loro elevato contenuto di clorofilla, possono essere di grande aiuto in questo senso. Non dimentichiamo poi tutte le verdure a foglia verde come prezzemolo, coriandolo, sedano, erba di grano e molti altri, naturalmente ricchi di questa sostanza che stimola non produzione di RNA.

Il miso, ossia la pasta di soia fermentata, contiene un enzima radioprotettivo in grado di attivare i geni che riparano il DNA oltre a un isoflavone chiamato genisteina che stimola la produzione di cellule nel sangue.

Ottime anche le verdure appartenenti alla famiglia delle brassicacee come broccoli, cavoli, ravanelli, cavolini di Bruxelles, rucola e rape per via dell’elevato contenuto di zolfo, utile a contrastare i danni provocati dai radicali liberi. Tra gli altri alimenti ricchi di zolfo ricordiamo anche fagioli, aglio e cipolle.

Tra gli alimenti naturali più utili invece ci sono la radice di bardana, il basilico santo, il ginseng siberiano e il reishi. Ottimi in questo senso anche ginseng, curcuma e gingko biloba.

Radiazioni e alimentazione: le vitamine più importanti

Non è solo l’alimentazione contro le radiazioni a essere importante. Ci sono tutta una serie di vitamine che possono aiutare l’organismo ad espellere le scorie. Nel 1974 per esempio si è scoperto che la vitamina A rallenta i danni causati da radiazioni e, se combinata con il beta-carotene, neutralizza completamente i raggi gamma.

Le vitamine del gruppo B invece regolarizzano i livelli di globuli bianchi nel sangue mentre la vitamina C protegge dai danni di radiazione intracellulare. Infine, la vitamina E è utile per proteggersi dal cesio-137 e aiuta il corpo a distribuire la vitamina A in caso di contaminazione da raggi-x. Per questo è bene consumare alimenti che contengano tutte queste vitamine.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 08-03-2022


Come si usa il termometro da cucina?

Stella Verde Michelin, il nuovo riconoscimento all’insegna della sostenibilità