La nostra routine a tavola durante il lockdown è cambiata, ma ora bisogna riprendere il controllo della dieta: ecco i consigli per migliorare l’alimentazione dopo la quarantena!

I due mesi trascorsi in casa a causa delle misure restrittive dovute all’emergenza del Coronavirus hanno portato molti italiani a cimentarsi in preparazioni culinarie di ogni tipo. C’è chi si è lanciato nella realizzazione di pizza, pane e lievitati di ogni tipo, chi ha imparato a fare la pasta fatta in casa e chi si è cimentato nella preparazioni di dolci ed altre leccornie, ma adesso tutti siamo in lotta con la bilancia.

Sì, perché la sedentarietà unita all’aumento del consumo di cibi calorici ha senza dubbio favorito l’accumulo di peso. Coldiretti, in un dettagliato comunicato, aveva infatti stimato che in media gli italiani durante la Fase 1 sono ingrassati di 2 chili.

Come rimediare nella Fase 2? Vediamo insieme cosa è cambiato nella nostra alimentazione e la dieta da seguire post quarantena!

Come è cambiata l’alimentazione durante la quarantena?

alimentazione e quarantena
alimentazione e quarantena

Negli scorsi mesi, complice la chiusura forzata, in molti hanno riscoperto il piacere di dilettarsi in cucina, cimentandosi in ricette che di solito per mancanza di tempo si tendeva a non preparare con frequenza.

La pizza è stato una delle pietanze più preparate, tant’è che in molti supermercati il lievito di birra è diventato uno degli acquisti più ambiti, insieme alla farina.

Tra il 16 marzo e il 12 aprile, infatti, c’è stato un vero e proprio boom nel consumo di carboidrati, zuccheri e grassi: + 150% per farine e semole, + 14% per crackers, pane e grissini e + 38% per impasti base e pizze.

Come rimettersi in forma nella Fase 2? Consigli per la dieta post quarantena

Con la Fase 2, che ha riaperto alla possibilità di effettuare passeggiate all’aperto e la ripresa degli allenamenti individuali, ecco che perdere peso e rimettersi un po’ in forma è diventato uno degli obiettivi di tutti. Come riuscirci? Ecco qualche consiglio!

• Con la bella stagione, è bene ricordare che un grande aiuto arriva dalla frutta e dalla verdura che possiamo trovare fresca in tutto il territorio della nostra penisola. È preferibile, infatti, aumentare le porzioni di alimenti vegetali nella nostra alimentazione: frutta, verdura e legumi sono un buon punto di partenza in modo da avere un vero concentrato di vitamine e fibre.

Asparagi, cicoria, spinaci, piselli, zucchine e la prima frutta estiva come ciliegie, meloni e albicocche sono dunque un buon punto di partenza per il 47% degli italiani che oltre alla ripresa delle attività lavorative si vuole dedicare anche alla ripresa degli allenamenti personali.

alimentazione e quarantena
alimentazione e quarantena

• Sono tantissimi, poi, i piccoli accorgimenti che possiamo adottare fin da subito come il ricordarsi di bere sempre tanta acqua nell’arco della giornata e affidarsi sempre a nutrizionisti e persone qualificate per seguire un piano alimentare ad hoc.

• Pianificare la spesa e i pasti della settimana ci permetterà di attenereci al giusto fabbisogno calorico, senza percepire la dieta come una rinuncia. A tavola, infatti, abbiamo imparato che possiamo esprimerci: non rinunciamoci, ma facciamo delle scelte più sane! E non dimentichiamoci di concederci qualche strappo alla regola, come un paio di cubetti di cioccolato tra pranzo e cena.

• E infine, un po’ di attività fisica: potete iniziare gradualmente a fare allenamenti approfittando della possibilità di recarsi al parco.

Spesa intelligente e fake news: scarica QUI la guida per difendersi ai tempi del coronavirus.

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati

TAG:
consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 18-05-2020


Perché tutti impazziscono per il ‘Bimby della Lidl’, Monsieur Cuisine Connect?

Qual è la differenza tra trota salmonata e salmone?