Su Sky c’è un nuovo talent show culinario: si chiama Antonino Chef Academy ed è condotto proprio dallo chef due stelle Michelin Cannavacciuolo. Come funziona?

Abbiamo imparato a conoscerlo come giudice di MasterChef Italia prima e come conduttore di Cucine da Incubo poi. Nel mentre Antonino Cannavacciuolo è stato ospite di molte altre trasmissioni a sfondo culinario (e pensare che lui, in televisione, non ci voleva nemmeno andare). A partire dal 12 novembre 2019, però, Cannavacciuolo è alla guida di un nuovo talent show culinario tutto suo: Antonino Chef Academy.

Nella splendida cornice del Castello dal Pozzo di Oleggio, in provincia di Novara, 10 aspiranti chef cercano di aggiudicarsi un posto nella brigata del suo ristorante due stelle Michelin di Villa Crespi.

In onda tutti i martedì alle 21.15 su Sky Uno (canale 108), ma come funziona questo nuovo format targato Sky?

Antonino Cannavacciuolo
Antonino Cannavacciuolo

Come funziona Antonino Chef Academy

Il meccanismo di questo nuovo talent è parzialmente diverso da quello a cui siamo abituati. I 10 ragazzi ammessi nell’accademia dello chef sono già tutti cuochi professionisti e lottano per ottenere un posto nella brigata dello chef Cannavacciuolo a Villa Crespi.

In ogni puntata i concorrenti dovranno affrontare tre prove e dopo ciascuna di esse riceveranno un voto. A fine puntata, la somma dei voti restituirà una classifica e l’ultimo dovrà abbandonare l’accademia.

La struttura della puntata e pressoché sempre la stessa e mira a valutare diversi aspetti che fanno di un cuoco un vero chef: le fondamenta della cucina, il lavoro di squadra e la creatività.

Dopo una breve lezione in cui vengono richiamate le basi della cucina, i giovani cuochi sono chiamati a cimentarsi in una prova in cui tali tecniche vengono applicate. Segue una prima valutazione, da 1 a 10 proprio come a scuola. I peggiori sono chiamati a rimanere in aula a rivedere gli errori assistiti dal sous-chef di Cannavacciuolo Simone Corbo.

La seconda prova si svolge in esterna e vede i concorrenti divisi in due squadre. Anche in questo caso si assiste alla dimostrazione di una tecnica e allo svolgimento della prova con votazione finale, questa volta uguale per tutti i membri della stessa squadra.

Nel corso dell’ultima prova, Cannavacciuolo divide la cattedra con uno chef famoso, diverso di puntata in puntata, che stimolerà la creatività dei ragazzi spiegando loro nuove tecniche e nozioni. Dovranno quindi dar vita a un piatto per il quale riceveranno una valutazione. Quest’ultima sarà segreta e svelata solo in ultimo dallo chef.

Con quest’ultimo voto si ottiene quindi la classifica e l’ultimo sarà costretto ad abbandonare l’Antonino Chef Academy.

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati


In cerca di una ricetta… da Oscar? Provate i maccheroni del film Un americano a Roma!

New York: proibita la vendita di Fois Gras in tutto il territorio