La storia di Babbo Natale e Coca Cola pare essere fortemente intrecciata, eppure non è così. Ecco come è andate veramente.

Più volte, in occasione dell’arrivo delle festività natalizie, ci si trova a sentire la storia del vestito rosso che Babbo Natale si trova a dover indossare “per colpa” di Coca Cola. In realtà lui non è, come molti vogliono farci credere, un moderno influencer e l’origine del Babbo Natale della Coca Cola è ben diversa.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Babbo Natale
Babbo Natale

La storia di Babbo Natale

Per arrivare a capire come si è giunti all’attuale immagine di questa nota figura natalizia occorre partire da lontano. Il primo babbo Natale certificato visse tra la fine del III e la prima metà del IV Secolo d.C. e altri non era che San Nicola di Myra o di Bari. Pare infatti che il santo fosse solito salvare bambini in difficoltà e lasciare elemosina in monete d’oro alle famiglie povere lasciandole cadere all’interno del camino.

Da quel momento l’immagine cominciò a diffondersi in Europa e nel mondo fino ad arrivare nei paesi nordici. Qui il nome del santo era Sinterklaas e non è difficile notare l’assonanza con il termine inglese Santa Claus.

Per arrivare al Santa Claus di Coca Cola però dobbiamo avanzare ancora nel tempo e lasciarci alle spalle la mitologia norrena che lo legava alla figura di Odino.

Quando è nato il Babbo Natale di Coca Cola?

Arriviamo finalmente agli anni ’30 del novecento e spostiamoci negli Stati Uniti. Qui per la prima volta i pubblicitari di Coca Cola ripresero alcune vecchie cartoline dove Babbo Natale era già vestito di rosso e lo utilizzarono per i loro spot pubblicitari.

Esatto, non fu Coca Cola a cambiare il colore del suo abito, originariamente verde. Semplicemente ne addolcirono l’aspetto trasformandolo nella figura bonaria che oggi è entrata nell’immaginario collettivo. A dargli forma fu l’illustratore Haddon Sundblom.

Volendo trovare altre conferme, basta dare uno sguardo all’iconografia del santo che, in quanto vescovo, era solito vestire di rosso e portare il tradizionale copricapo (mitra).

Insomma, Coca Cola non ha inventato il vestito rosso di Babbo Natale, piuttosto ha contribuito a diffonderne la sua immagine.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 05-10-2021


Qual è la differenza tra strutto e sugna?

Il mix di Quinoa caramellata perfetto per preparare un’ottima torta salata