Ingredienti:
• 500 g di farina 00
• 70 g di burro
• 1 uovo intero
• 2 tuorli
• 125 ml di latte
• 260 g di zucchero
• 125 ml di acqua
• 10 g di lievito di birra fresco
• 20 ml di olio di semi
• 80 g di farina di mandorle
• 80 g di albumi
• 10 g di fecola di patate
• zuccherini q.b.
• sale q.b.
difficoltà: media
persone: 4
preparazione: 60 min
cottura: 20 min
kcal porzione: 125 kcal

Preparare i Buondì con la ricetta passo per passo è davvero più semplice di quel che può sembrare. Ecco tutti i consigli per realizzare i dolci più amati da grandi e piccini!

Buondì, la ricetta più buona che ci sia! Bastano davvero poche parole, sembrano quasi un messaggio di buongiorno, per presentare i dolci che vi proponiamo oggi. Preparare dei Buondì fatti in casa deliziosi, infatti, non è per nulla complicato e tra le tante ricette facili e veloci per la colazione di tutti i giorni, ogni tanto bisogna concedersi un dolce soffice e fragrante come questi.

Questi soffici dolcetti sono perfetti da gustare così o da farcire con marmellata o creme spalmabili di ogni gusto. Non fatevi spaventare dai tanti passaggi, alla fine sono dolci veloci da fare, bisogna solo prestare attenzione ai tempi di lievitazione.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Buondì ricetta
Buondì ricetta

Preparazione dei Buondì: ricetta per i buondì fatti in casa sofficissimi

  1. Per fare il vostro amato Buondì fatto in casa con lievito di birra iniziate dalla preparazione del primo impasto, il cosiddetto lievitino: mettete l’acqua e la farina (125 g dalla quantità totale) in una ciotola. Aggiungete il lievito di birra sbriciolato e mescolate.
  2. Coprite la ciotola con pellicola trasparente e fate lievitare per 90 minuti a temperatura ambiente.
  3. Riprendete il primo impasto ormai lievitato e iniziate a lavorarlo con l’aiuto della planetaria (se preferite potete comunque impastare a mano senza problemi), aggiungete un cucchiaio di zucchero, il latte e della farina un po’ alla volta. In questa fase è importante non esagerare in quanto bisogna aggiungere tanta farina quanto basta per ottenere un impasto che si attacca al gancio.
  4. Aggiungete poi l’albume (preso dall’uovo intero) e un altro cucchiaio di zucchero. Unite altra farina fino a ottenere un impasto incordato (tenete d’occhio la massa, quando vedete che si stacca dalle pareti della ciotola compattandosi verso il centro è il momento giusto!).
  5. Aggiungete un tuorlo, lo zucchero e altra farina fino all’incordatura successiva, dopodiché unite il secondo tuorlo e un pizzico di sale. Unite un po’ alla volta anche il resto della farina facendo sempre attenzione al momento in cui l’impasto inizia a staccarsi dalle pareti.
  6. Unite il burro ammorbidito a temperatura ambiente a fiocchetti, il terzo tuorlo e da ultimo anche l’olio di semi. Impastate un’ultima volta. Trasferite l’impasto ottenuto in una ciotola abbastanza capiente, coprite con un canovaccio pulito o con la pellicola e fate lievitare per 60 minuti.
  7. Riprendete l’impasto, rovesciatelo sul tagliere infarinato e stendetelo con le mani, spolverate con un po’ di farina e piegate per 2/3 in modo da sovrapporre una parte dell’impasto. Ripiegate anche dall’altro così da sovrapporre completamente tutti i lati.
  8. Girate a 90° e fate un’altra piega sempre in questo modo. Formate di nuovo una palla con l’impasto e lasciatelo lievitare per gli ultimi 30 minuti. Dividete l’impasto in piccoli panetti dal peso di 60 g l’uno circa, formate dei piccoli filoncini e metteteli a lievitare in appositi stampini rettangolari.
  9. In alternativa potete formare le classiche palline di impasto da posizionare ben distanziate sulla teglia foderata con carta forno. Mettete in forno con luce accesa a lievitare per altri 90 minuti.
  10. Intanto potete preparare la glassa per la copertura: mescolate energicamente gli 80 grammi di albumi con la farina di mandorle, 170 g di zucchero e la fecola.
  11. Riprendete i panetti di impasto ormai lievitati completamente e coprite la superficie di ognuno con la glassa e un po’ di granella di zucchero (Per una copertura più leggere potete semplicemente spennellare la superficie con un velo di acqua e aggiungere dei semi di girasole o semini misti).
  12. Mettete i vostri dolcetti in forno a cuocere per 20 minuti a 170°C. Sfornate!

Buondì, la ricetta con lievito madre

Oltre alla ricetta standard potete provare anche quella con il lievito madre, molto utilizzato per rendere gli impasti lievitati ancora più soffici e profumati. Indicativamente per preparare una ricetta con il lievito madre in sostituzione del lievito di birra fresco, basta fare una semplice proporzione. Un cubetto di lievito di birra da 25 g corrisponde a 300 g di lievito madre. Nel nostro caso occorreranno quindi circa 150 g di pasta madre. Finita qui? Non proprio, perché anche gli ingredienti liquidi e secchi devono essere adattati togliendo 80 g dalla quantità di farina indicata e 40 g dalla quantità totale di liquidi.

Conservazione

I Buondì fatti in casa possono essere conservati per 3-4 giorni dalla preparazione all’interno di un contenitore per dolci o nei sacchetti per alimenti.

Per una colazione da sogno, non fatevi scappare la ricetta facile e veloce dei croissant fatti in casa.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 03-06-2022


Vegetariano e delizioso, ecco lo sformato di carote

Come fare la marmellata di ciliegie: ricetta e consigli utili