Carenza di ferro: come intervenire con una dieta corretta

Carenza di ferro: come rimediare in modo naturale grazie ad una alimentazione bilanciata.

chiudi

Caricamento Player...

Uno dei problemi piuttosto comuni e per il quale si può intervenire già dall’alimentazione è la carenza di ferro. Prima di arrivare ad un vero e proprio problema di anemia possiamo accorgerci di una carenza già da alcuni sintomi. Tra questi vi sono senza dubbio stanchezza e spossatezza, primi campanelli di allarme spesso dovuti da un livello di ferro piuttosto basso. L’anemia è comunque causata da un livello insufficiente di globuli rossi per cui il livello di ossigeno trasportato verso i tessuti dell’organismo non è adeguato.

Quali alimenti preferire in caso di carenza di ferro

Una dieta povera di ferro può essere una prima causa di anemia e per questo si può intervenire già arricchendo la propria dieta. Sono parecchi gli alimenti, sia vegetali sia animali, che contengono una buona dose di ferro. Gli alimenti che contengono la maggior quantità di ferro sono i legumi. 100 grammi di legumi di legumi secchi, ad esempio, possono contenere fino a 8-10 mg di ferro.

Legumi secchi
https://it.pinterest.com/pin/181481059962691914/

 

Ai legumi si affiancano molti altri alimenti quali la carne rossa, i mitili e il tuorlo d’uovo. Tra gli ingredienti animali e quelli vegetali però c’è una differenza che val la pena ricordare. Nei primi il ferro è presente in una quantità che viene assorbita bene dal nostro organismo, mentre nei secondi il livello di ferro presente viene assorbito con più difficoltà.

Corretto equilibrio

Una dieta corretta è quindi quella che garantisce un corretto apporto di ferro. Per questo nella nostra alimentazione dovrebbero essere sempre presenti: verdure a foglia verde scuro, barbabietola rossa, semi di zucca e oleaginosi, frutta secca come albicocche, fichi e datteri, soia, kiwi e altri agrumi ricchi di vitamina C.

Barbabietola rossa
https://it.pinterest.com/pin/337418197063790141/

Ad una corretta dieta vanno poi associate altri piccoli accorgimenti: il tè e il caffè, ad esempio, ostacolano l’assorbimento del ferro, come il cioccolato, il vino e i latticini.

FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/372109987941980150/

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!