Andiamo alla scoperta della cerimonia del caffè, una tradizione etiope

Il caffè ha origini molto antiche. Scopriamo come viene consumato in Etiopia, dove la cerimonia del caffè è il momento più importante della giornata.

L’antenato dei moderni bar, altro non sono che le popolazioni etiopi coltivatrici di caffè. È qui infatti che la pianta del caffè venne scoperta per la prima volta centinaia di anni fa.

Secondo la leggenda un pastore notò che le sue pecore, inizialmente sonnolenti, dopo aver mangiato alcune bacche riacquisirono vigore. Decise così di assaggiarle, entrando in uno stato di euforia. Fu così che venne trovato da un monaco il quale, dopo aver provato a masticare le bacche, si rese conto di riuscire a gestire meglio il sonno durante le lunghe preghiere notturne. L’usanza di masticare bacche di caffè si diffuse così tra tutti i monaci della regione e poi alla popolazione.

Cerimonia del caffè
Fonte foto: https://pixabay.com/it/ragazzo-bambino-africa-etiopia-1211725/

Cos’è la cerimonia del caffè etiope

Con una storia così non è difficile capire come la cerimonia del caffè sia un momento fondamentale della giornata di questa popolazione. Solitamente servito tre volte al giorno, la mattina, a mezzogiorno e alla sera, è un rituale al quale è difficile sottrarsi.

Come prima cosa la padrona di casa, solitamente vestita con abiti tradizionali, distende le bacche di caffè ancora verdi sull’erba fresca. Segue poi la tostatura, fatta su braci ardenti che porterà il caffè ad assumere il suo caratteristico colore. L’ultimo passaggio prima della preparazione della bevanda è la macinatura, fatta a mano con pestello e mortaio di legno.

La caffettiera etiope si chiama jebena ed è una sorta di vaso dal collo lungo e stretto e dalla base panciuta. Viene posto sul fuoco, ricolmo di acqua, e quando questa avrà raggiunto il bollore si aggiunge la polvere di caffè.

Il caffè viene poi servito in piccole tazze senza manico e la prima a essere versata è destinata all’uomo più anziano. Questa bevanda corroborante viene zuccherata, talvolta con l’aggiunta anche di un bastoncino di ruta, e accompagnata da pane o pop corn.

Una volta che tutto il primo caffè è stato distribuito, la caffettiera viene nuovamente riempita di acqua e un secondo caffè viene preparato. A questo ne segue un terzo. Chiaramente, l’ultimo risulterà molto più leggero ed è spesso destinato ai più piccoli.

La cerimonia del caffè è inoltre un momento di convivialità e discussione: le varie famiglie del villaggio infatti si alternano nella preparazione ed è compito dei bambini chiamare tutti quando la bevanda è quasi pronta per essere servita.

Siete amanti del caffè? Scoprite di più di questo fantastico ingrediente.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/ragazzo-bambino-africa-etiopia-1211725/

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 01-03-2019

X