Francia, Inghilterra, Malesia, Giappone sono solo alcuni dei paesi che lo chef Anthony Genovese, italiano di origine, ha portato nei suoi piatti.

Classe 1968, Anthony Genovese è uno chef che pur essendo nato in Francia non ha accantonato l’origine calabrese dei suoi genitori. Al contrario l’ha fusa con le sue esperienze in giro per il mondo per dare vita a una cucina innovativa e internazionale che ha trovato ne Il Pagliaccio, il suo ristorante di Roma, il luogo in cui essere consacrata. Conosciamo meglio Anthony Genovese, il cuoco con due stelle Michelin!

Anthony Genovese
Anthony Genovese

10 ricette detox per tornare in forma

Chi è Anthony Genovese?

Anthony è nato a Parigi nel 1968 da genitori di origini calabresi. La sua passione per la cucina nasce durante i grandi bacchetti che venivano organizzati in occasione delle riunioni di famiglia e da quel momento non lo ha più abbandonato. Decide così di iscriversi all’Ecole Hoteliére de Nice, ma non ottiene grandissimi risultati. Scarsamente propenso allo studio, era più un tipo da “mani in pasta” e non passa molto tempo prima che ne dia una prova.

Dopo la scuola lavora come pizzaiolo, per poi entrare come stagista in un ristorante 2 stelle Michelin di Montecarlo. Da una parte questa esperienza gli conferma che la cucina è la strada giusta, ma dall’altra gli mostra come spesso tra i fornelli dei ristoranti non si ritrovi la stessa passione che c’era nella cucina di famiglia. Rifiuta così un lavoro con Alain Ducasse per trasferirsi in Italia. Lavora all’Enoteca Pinchiorri, il famoso ristorante fiorentino, per poi lasciarlo e farvi ritorno qualche anno dopo. Durante il periodo di “pausa” viaggia all’estero, soprattutto in Giappone, in Malesia e a Londra, e colleziona esperienze importanti.

Ritornato in Italia, nel 1997 ottiene la sua prima stella Michelin a Ristorante Rossellinis di Ravello. L’anno seguente è di nuovo a Marsiglia e poi fa definitivamente ritorno in patria inaugurando nel 2003 il ristorante Il Pagliaccio a Roma che nel 2022 ha ben 2 stelle Michelin.

Nel 2020, con l’arrivo della pandemia, dà vita a un nuovo format di ristorazione: nasce Turné, ristorazione Prêt-à-porter disponibile su ordinazione sia d’asporto che a domicilio in tutta Roma con una carta dove spicca la cucina asiatica.

È sicuramente molto bravo e come molti suoi colleghi possiamo immaginare sia anche ben pagato, ma non ci sono certezze in merito. La sua fama e le sue conoscenze vengono presentate al pubblico del piccolo schermo ad aprile 2023, con il nuovo programma da lui condotto: “Tutti insieme in cucina”. Lo chef italo-francese in questo show cooking messo in onda in prima serata su Real Time, si destreggia tra i fornelli cucinando con ospiti chiamati da casa e vip appassionati di cucina. In realtà chef Genovese aveva già partecipato, come ospite, a un programma tv italiano: a marzo 2018 è infatti stato ospite a Masterchef Italia 7 durante la finale.

Leggi anche
“Tutti insieme in cucina”: la nuova sfida culinaria per famiglie e ospiti vip

La vita privata di Anthony Genovese

Non si conosce molto della vita privata dello chef stellato, c’è chi dice che sia sposato ma non abbiamo fonti certe che lo confermino, anche sul suo profilo Instagram ufficiale non ha mai condiviso foto che potessero far pensare a ciò e non porta neanche mai la fede. Tuttavia sappiamo che ha molti amici e che non è solo, infatti ha condiviso alcuni scatti con il suo fidato golden retriever: Berlingò.

Quanto costa mangiare a Il Pagliaccio di Anthony Genovese

Per scoprire quali sono i prezzi del ristorante romano di Anthony Genovese basta andare sul sito del ristorante, nella sezione dei menù.

Sono presenti 4 percorsi degustazione a sorpresa:
Circus. Da 10 portate servite per tutto il tavolo al prezzo di 200 euro a persona bevande escluse;
Orme. Menù degustazione da 8 portate per tutto il tavolo a 180 euro a persona bevande escluse;
Terrae. Si tratta di 6 portate servite a tutti i partecipanti al tavolo a 160 euro a persona bevande escluse;
– Infine Intermezzo. Un menù da 4 portate disponibile solo a pranzo e servito a tutti i commensali a tavola. Il prezzo è di 110 euro a persona bevande escluse.

Inoltre non possiamo dimenticare il quinto e più ricco menù degustazione de Il Pagliaccio: si tratta del menù Parallels Experience, questa volta non a sorpresa ma con 14 portate ben definite che vanno dal Mediterraneo all’Asia. Questa scelta è per tavoli di massimo 6 persone, al costo di 250 euro a testa bevande escluse.

3 curiosità su Anthony Genovese

• Ha un profilo Instagram molto seguito, dove intervalla tutti i momento più importanti della sua carriera a scatti con vecchi e nuovi amici, eventi e collaborazioni.

• Nonostante sia nato in Francia, per volere del padre Anthony non ha mai avuto la cittadinanza francese. Questo gli ha impedito di perseguire una sua altra passione, quella di diventare macchinista ferroviario.

• È stato giudice della puntata finale di Masterchef Italia 7 nel 2018, l’anno che ha visto trionfare Simone Scipioni. Ha portato un piatto a lui molto caro: Ricordo di un viaggio in Thailandia.

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 17-04-2023


La storia di Gaggan Anand, lo chef indiano che critica la guida Michelin

Luca Terni, ambasciatore della macelleria italiana