Cipolla di Certaldo: storia, caratteristiche e ricette in cucina!

La Cipolla di Certaldo non è solo un prodotto dell’eccellenza toscana, ma un vero e proprio simbolo dell’omonimo borgo fiorentino. Scopriamo tutto su questa fantastica cipolla rossa!

Oggi ci troviamo in Toscana, e più precisamente a Certaldo, comune fiorentino situato nella zona della Valdelsa, zona di produzione della celebre cipolla di Certaldo. Questa cipolla è fortemente legata alla cultura e alla storia di questo luogo, e oggi rappresenta un prodotto dell’eccellenza italiana e toscana con cui si possono realizzare tantissime ricette deliziose. Andiamo a scoprirne di più!

Cipolla di Certaldo: il simbolo della città

Non è difficile cogliere subito l’importanza di questo prodotto: basta osservare lo stemma del comune di Certaldo, una bandiera metà rossa e metà bianca al cui interno è raffigurata proprio la famosa cipolla rossa. Furono i conti Alberti, proprietari feudali del borgo medievale durante il XII secolo, a inserirla nella bandiera ufficiale, rendendola un vero e proprio simbolo della città, alla quale è legato anche un motto: «Per natura sono forte e dolce ancora / e piaccio a chi sta e a chi lavora».

Non solo un semplice ingrediente da usare in cucina, dunque, ma un vero e proprio elemento di identificazione cittadina; tant’è che gli abitanti di Certaldo vengono chiamati con l’appellativo di “cipolloni” durante le dispute di campanile fra i vari borghi e paesi.

Cipolla di Certaldo
FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/281263939208767566/

Cipolla di Certaldo: ricette e caratteristiche

La cipolla di Certaldo rientra nella categoria delle cipolle rosse e si presenta con un sapore tendenzialmente dolce e accentuato. Il colore è tendente al rosso scuro, talvolta al violaceo, e le dimensioni sono medio-grosse.

Se volete cimentarvi in alcune ricette con la cipolla di Certaldo, magari tipiche e della tradizione toscana, potete provare a preparare la francesina, una ricetta fiorentina che si fa per riutilizzare il lesso di maiale avanzato, che viene cotto insieme alle cipolle, al pomodoro e a diverse spezie ed erbe aromatiche.

Se invece volete esaltare la cipolla e renderla protagonista di un piatto delizioso, un’idea può essere quella di preparare una classica zuppa di cipolle di Certaldo: non dovete far altro che cuocere le cipolle con olio, sale, pepe e allungarle con brodo vegetale e un cucchiaino di farina 00 setacciata. Una volta ammorbidite, finite la cottura in forno in delle ciotole monoporzione, posizionando nel fondo delle fette di pane abbrustolito e aggiungendo una manciata di formaggio grattugiato. Buon appetito!

E se volete provare altre ricette tipiche toscane, vi consigliamo questo delizioso cacciucco di ceci!

FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/281263939208767566/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 02-01-2018

Lorenzo Martinotti

X