Il pane dolce allo zafferano è perfetto per una golosa colazione, è dolce ma non troppo, e lo zafferano lo colora e lo profuma in modo perfetto.

Il pane dolce allo zafferano è un‘interessante ricetta per una colazione o una merenda diversa dal solito. Al posto dei tradizionali biscotti, ecco un pane dolce dai tanti profumi e sapori. Il segreto per una sua buona riuscita è nella lievitazione: non scendete sotto le due ore e mezzo totali, verrete ripagati con soffice morbidezza.

DIFFICOLTÀ: 1

COTTURA: 20’

TEMPO DI PREPARAZIONE: 25’ + levitazione

Ingredienti per il pane dolce allo zafferano (4 persone)

  • 500 g di farina Manitoba
  • 2 bustine di zafferano
  • 50 g di zucchero
  • 25 g di lievito di birra
  • 300 ml di latte
  • 90 g di burro
  • 120 g di uvetta
  • 1 pizzico di sale
  • 60 g di granella di mandorle

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Pane dolce allo zafferano

Preparazione del pane dolce allo zafferano

In una ciotola setacciate molto bene la farina Manitoba. Versate il latte in un pentolino e scaldatelo senza fargli raggiungere il bollore. Scioglietevi prima il lievito, quindi lo zafferano. Aiutate l’operazione girando con un cucchiaio. Versate in più volte il latte nella farina e cominciate a impastare fino ad aggiungere tutto il latte.

Aggiungete all’impasto lo zucchero, il burro fuso, la granella di mandorle e impastate molto bene. Versate l’impasto ormai ben strutturato sul piano di lavoro e lavoratelo con le mani ancora per un paio si minuti. Con l’impasto formate la classica palla. Mettete la palla in una ciotola pulita, coprite con un canovaccio, e mettete a lievitare nel forno spento accendendo solo la luce interna in modo che generi un leggero calore.

Lasciate lievitare per due ore. Riprendete l’impasto e mettetelo sul piano di lavoro. Aggiungete l’uvetta e impastate in modo da distribuirla uniformemente. Prendete una teglia da forno e ricopritela con della carta forno. Adagiatevi l’impasto. Potete scegliere di fare una pagnotta grande, o dei panini più piccoli.

Rimettete nel forno spento con la luce accesa e fate lievitare ancora per 30-40 minuti. Tirate le pagnotte fuori dal forno. Preriscaldate il forno a 180° e, quando è a temperatura, infornate la teglia. Fate cuocere per venti minuti se avete formato una sola pagnotta, quindici minuti per pezzature minori. Alla fine deve, comunque, essere ben dorato e per l’interno fate la prova stecchino.

Tirate fuori dal forno e fate raffreddare. Tagliatelo a fette e servitelo per colazione o come sostanziosa merenda.

Se volete cimentarvi anche in altro, imparate a fare i taralli ai semi di finocchio.

0/5 (0 Reviews)

Fagottini alla provola: la ricetta agrodolce con miele e noci

Ricetta salva spesa: frittata con i funghi