Ecco tutto ciò che dovete sapere su cos’è un abbattitore, in cosa si differenzia dal freezer, i suoi costi e vantaggi.

Non tutti sanno cos’è un abbattitore di temperatura e come usarlo nel miglior modo. Solitamente, si tratta di un elettrodomestico diffuso nelle cucine di grandi chef e ristoranti. In tempi recenti, però, la sua diffusione sta interessando anche le comuni cucine di appassionati cuochi alle prime armi. Il motivo è facilmente intuibile, questo è un pratico strumento che serve a raffreddare la temperatura di un dato alimento e tra i vari obiettivi vi è anche quello di renderlo conservabile più a lungo.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Abbattitore di temperatura
Abbattitore di temperatura

Cos’è un abbattitore e come funziona

In linea generale, un abbattitore è un elettrodomestico che svolge la stessa funzione di un surgelatore. Il suo meccanismo interno sfrutta correnti d’aria forzata che si aggirano intorno ai -40°C di temperatura. In questo modo, il cibo può raffreddarsi in poco tempo e in maniera costante, senza che si formino dei cristalli sulla superficie degli alimenti che, inoltre, modificherebbero il sapore.

Questo elettrodomestico è in grado di abbassare la temperatura interna dei cibi; grazie ad esso, si può passare dai 90°C di cottura a soli 3°C. Un’altra funzione è quella di surgelare i prodotti, facendo arrivare la loro temperatura a -18°C.

Ma a cosa serve l’abbattitore?

Usare questo strumento è uno dei metodi ideali per abbattere la carica batterica che può esserci sugli alimenti, in particolar modo su carne e pesce. Raffreddando in questo modo i prodotti, quindi, si eliminano tutti gli eventuali rischi e si prolunga il periodo di conservazione.

Nonostante svolgano le stesse funzioni, c’è differenza tra abbattitore di temperatura domestico e freezer. Con il primo, si può ottenere il cibo surgelato, sul quale non si creano cristalli perché il processo di raffreddamento avviene in maniera veloce. In freezer, invece, le tempistiche sono più lunghe e il cibo congelato che ne risulta presenta del ghiaccio in superficie.

Nonostante sia molto utile, la sua diffusione è ancora limitata a causa dell’elevato costo. Se vi state chiedendo quanto costa un abbattitore, sappiate che il prezzo minimo al quale potete trovarlo è di 1.500 euro. Più diffusa è la versione che può ospitare fino a tre teglie e ha un costo di 2.000 euro; per un prodotto ancora più innovativo, potete scegliere un abbattitore da incasso e che funge anche da congelatore, al prezzo massimo di 5.000 euro.

Vediamo la differenza tra altri due importanti attrezzi: le differenze tra griglia e barbecue.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 16-06-2022


Cibo caduto a terra: la regola dei 5 secondi vale?

Mai pensato di preparare la riduzione all’aceto balsamico per insaporire le pietanze?