Come pulire le cozze velocemente e in modo corretto: i suggerimenti

Come pulire le cozze velocemente? Gli step fondamentali

È un’operazione semplice, ma da eseguire correttamente per ottimi risultati: ecco come pulire le cozze al meglio.

Pulire le cozze e vongole o altri mitili come le telline, i tartufi e i fasolari è piuttosto semplice ma è importante farlo al meglio per preparare ottimi e deliziosi piatti con i frutti di mare. Innanzitutto, è necessario che le cozze che utilizzate siano fresche: verificate che abbiano la conchiglia ben chiusa e che non emanino un odore sgradevole.

Procediamo e vediamo come pulirle alla perfezione in modo veloce!

Pulire le cozze: ecco come farlo al meglio

  1. Una delle prime cose da sapere è come togliere il bisso dalle cozze – quella la barbetta che spunta tra le valve e che mantiene le cozze ancorate agli scogli: afferrate il filamento con le mani e tirate verso l’esterno.
  2. A questo punto, per togliere il resto delle impurità, strofinate il guscio delle cozze con una paglietta.
  3. Quando avrete terminato di pulire tutte le cozze ponetele in un recipiente con acqua fredda e un pugno di sale per un paio d’ore cambiando l’acqua almeno 3 volte.
  4. Dopo averle sciacquate le cozze sono pronte per essere cucinate.
Cozze
Cozze

Pulire le cozze il giorno prima: è giusto farlo?

Quando si parla di frutti di mare e pesce è importante utilizzare ingredienti freschi: per questo vi consigliamo di conservare le cozze (da pulire) in frigorifero al massimo per due giorni all’interno di un contenitore, coperte con un panno pulito e nella parte meno fredda del frigorifero.

Pulire le cozze in anticipo e non consumarle subito è fortemente sconsigliato.

Come cuocere le cozze

L’ideale è una cottura veloce grazie alla quale le cozze si apriranno senza diventare stracotte e gommose.

  1. Ponete in padella, a rosolare, un filo d’olio e uno spicchio d’aglio.
  2. Aggiungete le cozze, chiudete con il coperchio, e aspettate circa 5/10 minuti a fuoco medio. Quando iniziano ad aprirsi saprete che sono pronte!
  3. Se, dopo la cottura, alcune cozze restano chiuse dovete buttarle via perché potrebbero non essere buone.

Le cozze aperte sono ottime gustate al naturale con succo di limone, oppure gratinate o da utilizzare per arricchire i sughi ai frutti di mare. Potete, ad esempio, usarle per realizzare una meravigliosa pasta con le cozze!

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

ultimo aggiornamento: 14-07-2020