Imparare a degustare vino come un esperto sommelier in tre mosse attivando i sensi della vista, dell’olfatto e infine del gusto.

Degustatori di vino non si nasce, ma lo si può diventare seguendo dei piccoli accorgimenti. Non dovete pensare che sia così difficile diventare intenditori di vini, perché anche i meno esperti possono imparare velocemente. Il gusto, l’olfatto, la vista sono i tre punti cardine per imparare a degustare vino e poterne decantare la bontà. Vediamo come attivare questi tre sensi per imparare a decantare il vino e apprezzarlo in tutte le sue peculiarità.

Degustare vini: 3 step fondamentali

degustare vino
degustare vino
  1. Come primo step attivate la vista. Versate il vino bianco o rosso in un calice e portatelo all’altezza degli occhi. A questo punto dovrete ruotare leggermente il calice in modo da far girare il vino al suo interno. Vedrete che si formeranno sui bordi dei cerchi che vi serviranno per valutare l’intensità.
    Se le gocce formatesi sui bordi scivolano via veloci vuol dire che si tratta di un vino leggero e con poco alcool. Diversamente, se le gocce cadranno più lentamente vuol dire che il vino è più pesante e quindi più alcolico.
  2. A questo punto attivate l’olfatto. Ruotate il calice all’altezza del naso e lasciatevi abbandonare alle sensazioni sprigionate dagli odori e dai profumi del vino come frutta secca, fiori o ciliegie.
  3. La prova finale avviene con il gusto. Per degustare il vino appieno dovrete berne una piccola quantità e trattenerla in bocca per due o tre secondi in modo tale da far assorbire alle papille gustative tutti i sapori.
    Dopo aver bevuto il vino potrete apprezzare i sapori di testa, intermedi e finali. Cercate di capire se si tratta di un vino dal sapore dolce o amaro oppure acido o salato.

Come degustare un vino: 5 consigli prima di iniziare

  • II primo consiglio che possiamo darvi è quello di non aver paura di sperimentare: siete convinti che quel vino, sulla carta, non faccia per voi? Dategli comunque un’occasione e potreste rimanerne sorpresi!
  • Va bene provare tutto ciò che offre il supermercato, ma magari, se ne avete l’occasione, provate anche a recarvi in una piccola enoteca o cantina. Con passione e competenza verrete accompagnati nella scelta più saggia. Se, invece, volete varietà, anche l’online potrebbe essere una scelta.
  • Confrontatevi sempre con qualcuno: anche se non potete essere fisicamente insieme, condividete quest’esperienza con degli amici. Il confronto vi aiuterà moltissimo!
  • Bere e degustare sono due cose molto diverse, ma c’è una regola da rispettare in entrambi i casi: mai a stomaco vuoto! Tra un bicchiere e l’altro non fatevi mancare pane, grissini e acqua.
  • Siate critici: solo così imparerete a riconoscere i difetti; a questo proposito, alternate vini di fascia alta e vini più economici.
TAG:
consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 10-12-2020


Cesti di Natale fai da te: idee facili ed economiche

I migliori tagli di carne da cucinare alla griglia per un barbecue perfetto