Il tennista serbo Novak Djokovic ha una dieta prevalentemente vegetale (plant based) a cui attribuisce i suoi successi.

Novak Djokovic è il numero 1 della classifica ATP e in virtù dei record, dei titoli conseguiti e dello stile di gioco è considerato uno dei più forti tennisti di tutti i tempi. L’atleta serbo è l’unico ad aver vinto almeno una volta in carriera i nove tornei Masters 1000. Ma qual’è il suo segreto? Perché è così forte? Novak Djokovic, durante un’intervista televisiva nel programma Tennis United, attribuisce i suoi risultati alla sua dieta vegetale: “La sto facendo da cinque anni. La verità è che sono cresciuto seguendo una dieta completamente opposta, dove mangiavo carne tre volte al giorno. Sono cambiato e sono molto felice di averlo fatto ”.

Vediamo su cosa si fonda l’alimentazione di un campione di questo calibro, protagonista mondiale e concorrente alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Novak Djokovic
Novak Djokovic

L’alimentazione vegetale di Nole

Novak Djokovic soprannominato anche Nole ha svelato a Tennis United alcuni dettagli sulla sua dieta. Il suo regime alimentare, che è stato anche molto criticato, è di tipo vegetale. Nole ha dichiarato in proposito “Sono cresciuto seguendo una dieta completamente opposta, mangiavo carne tre volte al giorno. Ma sono cambiato e sono molto felice di averlo fatto”. 

Il cambio dello stile di vita è avvenuto per più motivazioni: “Mangiare vegetale mi rende più consapevole del mio corpo in campo, ho tolto le tossine dal mio corpo e con loro sono passate tutte le interferenze con i miei livelli di energia. Quando giochi per tre, quattro o cinque ore di fila, c’è bisogno del carburante giusto, e per me il carburante giusto è a base vegetale”.

Nel dettaglio la sua alimentazione prevede molti vegetali, legumi, carne bianca, pesce, noci, semi e olio. Il tennista serbo ha cambiato il suo regime alimentare soprattutto da quando ha scoperto di avere una sensibilità al glutine ma anche per ragioni etiche.

Dieta vegana e forza fisica di Nole

La dieta vegana, è vero che potrebbe avere qualche rischio, ma per Novak Djokovic ha contribuito a migliorare le sue performance sportive, grazie anche al fatto di essere seguito con attenzione da un team di esperti dell’alimentazione. Il tennista infatti ha trovato il perfetto equilibrio per il mantenimento della forza fisica, della potenza e della velocità necessarie per chi ha bisogno di fare uno sforzo prolungato nel tempo durante una partita.

Per Nole la dieta vegana è molto di più: “Per me si tratta di uno stile di vita e non banalmente di una dieta. È un approccio, qualcosa di cui vado fiero e spero che tanti altri si uniscano a me. Vorrei ispirare altri atleti e far comprendere come sia possibile portare avanti una dieta a base vegetale e saper recuperare bene, possedere la giusta forza, i muscoli”.


La dieta di Federica Pellegrini: cosa mangia l’atleta

Gianmarco Tamberi, “alti e bassi” anche nel rapporto con la dieta