La conoscete la differenza tra brioches, croissant e cornetto? Ci pensiamo noi a svelarvi tutte le differenze tra questi tre prodotti da forno.

Non c’è niente di meglio di iniziare la giornata con un bel cappuccino e una brioche. O un cornetto. O un croissant. Ma quindi, vi starete chiedendo, non sono la stessa cosa? A dire il vero no e oggi vogliamo svelarvi la differenza tra croissant, brioches e cornetto così che al bancone del bar sappiate esattamente cosa chiedere.

10 ricette per tenersi in forma

Croissant
Croissant

Cornetto e brioche tra storia e leggenda

Le prime tracce di quel prodotto da forno che poi darà vita a due delle tre ricette che oggi ci premuriamo di differenziare risalgono al 1683 e siamo a Vienna. Qui pare che un fornaio si accorse di alcuni rumori durante la notte riuscendo a dare l’allarme e sventando così l’attacco dei Turchi che stavano assediando la città. Per ricompensarlo, gli venne concesso il diritto di realizzare una brioche a mezzaluna, simbolo presente sulla bandiera degli invasori.

In Italia il cornetto arriva in un secondo tempo in seguito al matrimonio tra Luigi XVI e Maria Antonietta d’Austria avvenuto nel 1770. Anche il croissant francese è un derivato di quello austriaco e la prova è che venne inserito nel Dictionnaire de la langue française solo nel 1863. Possiamo quindi dire che cornetto e croissant derivano entrambi dal Kipfel viennese, una specialità a forma di mezzaluna preparata sia dolce che salata.

La brioche nasce invece in Normandia nel XVI secolo come rivisitazione della pâte à brioche di origine medievale. Ha forma solitamente rotonda e spesso viene posta una pallina di pasta sulla superficie.

Brioche
Brioche

Differenza tra croissant, brioches e cornetto

La differenza più marcata è quelle che c’è tra la brioche e le altre due preparazioni. La più evidente è proprio la forma tondeggiante, a differenza di quella delle altre due che è a mezzaluna. Anche gli ingredienti e la consistenza sono diversi. La brioche infatti prevede l’utilizzo di uova nell’impasto e spesso il grasso utilizzato è lo strutto animale.

Croissant e cornetto invece vantano un antenato comune pertanto gli ingredienti sono simili. Troviamo in entrambi farina, latte, zucchero, burro e lievito ma è solo il cornetto italiano ad avere le uova. Di conseguenza, la ricetta francese ha un sapore di burro molto più marcato.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 29-08-2022


Spezzare gli spaghetti è un’arte, vediamo come farlo

Non solo con l’ananas: ecco le pizze più strane e assurde!