La differenza tra latte di cocco e acqua di cocco riguarda, benché si ottengano entrambi dalla noce ci cocco, diversi aspetti.

Il cocco è uno dei frutti tropicali più amati in assoluto. Con il suo sapore dolce, immediatamente ci catapulta in riva al mare, sotto l’ombrellone. Dal frutto si possono ricavare diversi sottoprodotti: in primis la farina di cocco o cocco rapé utile per la preparazione dei dolci, l’olio di cocco ma anche acqua e latte di cocco. In particolare tra questi ultimi due si tende a fare un po’ di confusione quindi oggi chiariamo la differenza latte di cocco e acqua di cocco.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Latte di cocco
Latte di cocco

Differenza tra latte di cocco e acqua di cocco: caratteristiche

L’acqua di cocco si estrae da frutti ancora acerbi lasciati maturare sulla palma per circa 7 mesi. Per far sì che questo liquido fuoriesca è sufficiente praticare un foro e raccogliere il contenuto. Alla vista ha lo stesso aspetto trasparente dell’acqua. Per quanto riguarda le calorie, sono circa 20 per 100 grammi di prodotto.

Il latte di cocco invece si ottiene mescolando la polpa grattugiata del cocco con acqua di cocco o di fonte. Il risultato è una bevanda dalla consistenza densa e cremosa, paragonabile a quella della panna. In commercio si trova sia in cartoncini di tetrapak che in lattina. Si differenzia dall’acqua di cocco non solo per le calorie (sono circa 190 per 100 grammi), ma anche per l’utilizzo.

Il primo è ottimo da bere, sfruttandone il potere dissetante, mentre il secondo è perfetto per realizzare dolci o piatti di ispirazione etnica. Il latte di cocco in lattina infatti non si beve alla stregua del latte infatti: per farlo dovreste acquistare la bevanda vegetale al cocco, più fluida e perfetta anche per la colazione.

Acqua di cocco
Acqua di cocco

Differenza tra latte di cocco e acqua di cocco: benefici

Non è difficile intuire quindi che anche i benefici derivanti dall’assunzione dei due alimenti sono diversi, proprio come è diversa la loro composizione. L’acqua di cocco contiene potassio, magnesio e fosforo e viene spesso utilizzata come integratore alimentare proprio per via dell’elevato contenuto di sali minerali e vitamine. Potassio e magnesio sono ottimi per gli sportivi ma anche per mantenere il salute il sistema circolatorio, mentre il fosforo è un valido alleato del sistema nervoso.

Il latte di cocco invece contiene grassi e carboidrati quindi, pur avendo gli stessi benefici dell’acqua, apporta anche lipidi, sconsigliati nelle diete ipocaloriche. Se non l’avete mai provato, il latte di cocco ha lo stesso sapore fresco e dolce del cocco.

Differenza tra acqua, latte o olio di cocco

Abbiamo quindi chiarito come l’acqua di cocco viene semplicemente estratta dalle noci di cocco acerbe e come il latte di cocco invece si ottenga dalla miscela di polpa e acqua. Un altro derivato del cocco però è l’olio di cocco che si ottiene dalla parte bianca della noce sia essa essiccata o fresca.

L’olio di cocco contiene elevate quantità di acido laurico, un grasso saturo che porta all’aumento dei livelli di colesterolo nel sangue e, consumato alla lunga, anche ad aumento di peso. Insomma, non si tratta di un alimento molto salutare.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 29-01-2022


Come si fa a far maturare l’avocado?

Come pulire i carciofi con dei semplici trucchi della nonna!