Pentole troppo piccole, fiamma alta, sale al momento sbagliato: questi sono solo alcuni degli errori che spesso commettiamo in cucina.

Esperti e meno, leggendo queste righe, si renderanno conto che commettono degli errori in cucina che, se nell’immediato sembrano di poco conto, in realtà vanno ad alterare il risultato finale. Questo non vuol dire che questi errori compromettono la buona riuscita del piatto, ma solo che se evitati possono permettervi di ottenere pietanze ancora più buone. Curiosi di scoprire quali sono gli errori in cucina che si commettono più spesso?

10 errori che si commettono in cucina

9 ricette autunnali per la tua tavola

Pentola bruciata
Pentola bruciata

Sale nell’acqua. Almeno noi italiani, abituati a mangiare quasi quotidianamente la pasta, dovremmo sapere qual è il momento giusto per salare l’acqua. Il sale va aggiunto quando l’acqua inizia a bollire, mai prima perché renderebbe tale processo ancora più lungo.

Non assaggiare. I talent di cucina ce lo ricordano in ogni puntata: assaggiare un piatto prima di servirlo è di fondamentale importanza per rendersi conto della sapidità ed eventualmente aggiustarlo di sapore.

Attenzione alla carne. Cuocere la carne, a partire da una semplice bistecca fino ad arrivare agli arrosti, richiede attenzione. Per prima cosa cuocete la carne dopo averla portata a temperatura ambiente. Poi, regolatela di sale solo a cottura ultimata perché questo, assorbendo umidità, potrebbe renderla secca e stopposa.

Regolare la fiamma. Alzare al massimo la fiamma non è sempre la soluzione migliore. Va bene quando dovete far bollire l’acqua o cuocere una bistecca alla griglia piuttosto velocemente, ma per le cotture lunghe la fiamma dovrebbe essere media o bassa.

Mescolare ma non troppo. Sia per evitare che attacchino sia per favorire la distribuzione dei sapori i cibi vanno mescolati, ma con moderazione! Dategli il tempo di cuocere e tenete presente che ogni volta che mescolate la temperatura tenderà ad abbassarsi, rallentando la cottura.

Scegliere gli utensili. Abbiamo già visto quali sono gli utensili indispensabili per la vostra cucina, ma poi bisogna anche saperne fare il giusto utilizzo. Per ogni cibo c’è il suo coltello, ad esempio, e per ogni pentola il suo cucchiaio. A tal proposito vi consigliamo di preferire utensili di silicone o legno così da evitare di rovinare i rivestimenti delle vostre padelle.

Il soffritto. Alla base di molte preparazioni, è indispensabile per dare sapore ai vostri piatti. Il modo migliore di prepararlo e tritare finemente al coltello le verdure e rosolarle con l’olio in una padella già calda, regolando la fiamma di modo che non si bruci. Se nonostante l’impegno dovesse comunque annerirsi, vi consigliamo di gettarlo e ricominciare da capo.

Scongelare i cibi. In freezer abbiamo tutti una scorta di avanzi e piatti pronti che ci permettono di risolvere situazioni di emergenza ma qual è il modo giusto per scongelarli? Dipende, ovviamente, dal cibo. Fatto salvo gnocchi e pasta fresca (anche ripiena) che vanno tuffati in acqua bollente da congelati, si consiglia di passare i vostri alimenti prima in frigorifero e poi terminare di scongelare a temperatura ambiente.

Occhio ai condimenti. Olio, sale e aceto sono dei validi alleati per insaporire i vostri piatti ma andateci piano! È sempre meglio mantenersi un poco indietro ed eventualmente aggiustare in ultimo il sapore.

Pentole e padelle giuste. Scegliete sempre una padella o una pentola proporzionate alla quantità di cibo che desiderate cuocere ed evitate di riempirla troppo.

Ecco gli errori più comuni che siamo soliti commettere in cucina. Quali sono i vostri?

consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 08-01-2021


Dieta dei frullati, per perdere qualche chilo di troppo

Tutto quello che sappiamo sul dimagrimento è falso