Tra tutte le proprietà dell’echinacea, quella a renderla così preziosa è il fatto di essere un potente immunostimolante. Scopriamo di più.

L’echinacea è una pianta erbacea perenne le cui proprietà sono note fin dai tempi più antichi. Utilizzata già dai nativi americani, è stata negli ultimi anni al centro di studi volti a dimostrarne scientificamente le proprietà. I risultati sono stati sorprendenti, soprattutto per quanto riguarda le capacità della pianta di stimolare il sistema immunitario. Ma andiamo nel dettaglio.

Echinacea
Echinacea

Cos’è l’echinacea

Come accennato, l’echinacea è una pianta erbacea perenne originaria dell’America del Nord e del Messico. In Italia, sebbene sia possibile trovarla allo stato selvatico, viene per lo più coltivata per scopo medico e ornamentale.

Esistono diverse varietà di echinacea, ma quelle adatte a uso medicinale sono tre: e. angustifolia, e. purpurea ed e. pallida delle quali si utilizza sia la parte aerea, ossia il fiore, sia il rizoma, molto ricco di sostanze benefiche per l’organismo.

Echinacea: proprietà e benefici

Le proprietà dell’echinacea furono al centro di studi scientifici già a partire dai primi anni del ‘900. Le ricerche erano per lo più improntate a scoprirne gli effetti immunostimolanti: da subito infatti è stato chiaro come quest’erba perenne fosse in grado di stimolare il sistema immunitario e velocizzare la guarigione di diverse patologie.

Per beneficiare delle proprietà immunostimolanti dell’echinacea è opportuno trattare preventivamente (almeno 3 mesi prima dell’inizio del periodo invernale), il proprio organismo. Solo così infatti sarà possibile sfruttarne la carica antibatterica e antivirale una volta che i primi sintomi cominceranno a fare la loro comparsa.

Le sue proprietà però non finiscono qui. Considerata una pianta sacra dagli indiani d’America, l’echinacea è utile per combattere diversi tipi di infiammazioni. Tosse, disturbi dell’apparato respiratorio e urinario, possono essere alleviati con questo rimedio naturale. Anche in caso di ferite, l’echinacea per via del suo potere cicatrizzante, è molto utile per velocizzare la guarigione.

Echinacea: controindicazioni

Sono poche le controindicazioni dell’echinacea tuttavia vanno prese molto seriamente. Non è un rimedio naturale adatto per coloro che soffrono di malattie autoimmuni o stanno seguendo una terapia a base di immunosoprressori, per le donne in gravidanza o che stanno allattando e per i bambini al di sotto dei 3 anni di età.

Come sempre le informazioni riportate sono a puro scopo informativo e vi consigliamo di consultare il vostro medico prima di cominciare ad assumere integratori, anche naturali.

Se cercate desiderate stimolare il vostro sistema immunitario, abbiamo creato una raccolta di integratori per stimolarlo.


Pasta di konjac: il paradiso per le diete ipocaloriche

Dieta dei frullati, per perdere qualche chilo di troppo