Ingredienti:
• 2 l di acqua
• 400 g di farina
• 100 g di riso
• 600 g di passata di pomodoro
• 2 carote
• 2 gambi di sedano
• 1 cipolla
• 4 cucchiai di olio
• maggiorana q.b.
• sale q.b.
• pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 15 min
cottura: 35 min

Scopriamo una delle ricette facili e veloci più apprezzate nelle Marche, i frascarelli, una sorta di polenta di farina bianca con riso.

I frascarelli, noti anche come riso in polenta o riso corco, sono un prodotto tipico della regione Marche. Si tratta di una sorta di polenta di farina bianca con all’interno del riso cotto che, secondo la tradizione, va servita con un sugo finto ossia un condimento a base di soffritto e passata di pomodoro il tutto profumato con la maggiorana.

I frascarelli marchigiani devono il loro nome all’usanza di mescolare la polenta con una frasca, ossia un bastone. Di questo piatto povero della tradizione marchigiana esistono diverse versioni: quella più diffusa è a base di riso e farina bianca, ma in alcune varianti il riso viene sostituito da grumi di farina. Vediamo tutti i passaggi per prepararli.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

frascarelli
frascarelli

Come preparare la ricetta dei frascarelli

  1. Cominciate portando a bollore l’acqua l’acqua salata e cuocendo il riso per 15 minuti.
  2. Versate quindi la farina a pioggia, sempre mescolando, e lasciate cuocere per 20 minuti fino a che il riso non risulterà stracotto e il tutto non avrà assunto la caratteristica consistenza della polenta.
  3. Mentre riso e polenta cuociono tritate finemente al coltello sedano, carota e cipolla e rosolateli in padella con l’olio.
  4. Unite poi la passata di pomodoro e la maggiorana, regolate di sale e pepe e lasciate cuocere per 15 minuti.
  5. Servite la polenta allargandola su un piatto da portata e distribuite sopra il sugo finto.

Se siete amanti della polenta non lasciatevi sfuggire la buonissima polenta e bruscitt: non ve ne pentirete. Di certo è una ricetta più tradizionale, diversa dai frascarelli ma comunque ottima per una cena invernale.

Conservazione

Vi consigliamo di consumare questo piatto appena fatto. Potete altrimenti conservare le due componenti separatamente in frigorifero per 2-3 giorni.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 02-04-2022


Scopriamo come si prepara il brodetto di pesce alla termolese

Gemistà, una ricetta a base di verdure tipica della Grecia