Ikea Dining Club: il risorante pop-up dove è il cliente a cucinare

L’Ikea dining club è la novità proposta dal colosso svedese: il ristorante pop-up dove i clienti possono cucinare insieme ai cuochi

chiudi

Caricamento Player...

“Vogliamo dimostrare ai nostri clienti che noi siamo più che delle semplici polpette di carne. Noi siamo pesce ecosostenibile, siamo polpette vegetariane, e vogliamo offrire qualcosa ad ognuno di voi”, ha detto Ellie Pniok, food manager di Ikea. Il colosso svedese ha infatti aperto un nuovo ristorante pop-up a Londra, l’Ikea Dining Club. Aperto lo scorso 10 settembre nel quartiere trendy di Shoreditch, è rimasto aperto solo per quindici giorni. La sua particolarità? I clienti possono affiancare i cuochi e prepararsi il cibo con le loro mani.

L’idea è entusiasmante per Ikea

“E’ entusiasmante questa nuova avventura di Ikea, grazie alla quale i commensali diventano, per una sera, i proprietari del locale, e nel contempo possono cucinare e mangiare assieme alle loro famiglie ed ai loro amici”, dice la Pniok.

I clienti possono preparare il loro cibo sotto l’occhio attento di chef preparati Fred Bolin, noto chef svedese molto conosciuto a Londra.

Lo chef ha dichiarato al Telegraph che i piatti saranno semplici ma curati, “con tante verdure, tanto pesce e tanti ingredienti freschi, perché questo è ciò che amiamo,

Prepareremo molto cibo, pesce, o frutti di mare, e ci saranno anche molti cibi crudi, sotto forma di tartare, chips o fettine”.

I clienti vengono guidati da chi è più esperto nella preparazione e nella cottura dei piatti tipici della tradizione scandinava. I visitatori possono portare con sé fino a venti persone, (tra le 7 e le 19) per essere aiutati nella preparazione dei piatti.

Saranno anche previste lezioni culinarie su come evitare lo spreco alimentare, sull’alimentazione dei bambini, sul design in cucina in risposta e sulla cucina sostenibile.

E proprio per dimostrare che il cibo Ikea non è fatto solo di polpette, questo piatto non presente sul menù.

Fonte foto: Instagram

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!