Con la Dieta Scarsdale è possibile perdere fino a cinquecento grammi di peso corporeo al giorno, per restare in forma ed eliminare i chilogrammi in eccesso.

La Dieta Scarsdale consiste in un regime alimentare particolarmente restrittivo, che garantisce un veloce dimagrimento. Il suo inventore è un cardiologo americano:il Dottor Tarnower, che ha selezionato una serie di cibi proibiti ed una di alimenti consigliati, al fine di perdere peso in maniera rapida. Per raggiungere gli obiettivi desiderati è necessario seguire passo a passo ogni punto che la caratterizza, senza sgarri. Il regime calorico è particolarmente basso: si tratta infatti di assumere tra le 800 e le 1000 calorie al giorno.

Come funziona la Dieta Scarsdale

Questo regime alimentare prevede il consumo di tre pasti giornalieri suddivisi in colazione, pranzo e cena. Gli spuntini sono assolutamente vietati.

Scarsdale Diet Plan
Fonte foto: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1700777613499495&set

Due sono le fasi della dieta. La prima consiste nel dimagrimento vero e proprio; mentre la seconda nel mantenimento dei risultati ottenuti; per un totale di quattro settimane. I condimenti devono essere aboliti, ad eccezione della salsa di soia, delle erbe, delle spezie, dell’aceto e del succo di limone. Anche lo zucchero e le bevande zuccherate sono vietati.

La giornata tipo

A colazione una tazza di caffè o tè non zuccherati, mezzo pompelmo al naturale e 1 fetta di pane integrale. Per pranzo carne magra come petto di pollo alla piastra, oppure tacchino, o ancora prosciutto oppure uova sode. Come contorno verdure di stagione crude o cotte senza olio né altro tipo di condimento sotto forma di grassi. A cena pesce magro al vapore, o alla piastra, oppure al forno, anche in questo caso senza grassi aggiunti. Verdure di stagione preferibilmente crude, una fetta di pane integrale e un frutto.

Dopo la Dieta del riso, anche con questo regime alimentare è possibile dimagrire con rapidità. A causa della sua restrittività, questa dieta non deve essere seguita per più di quattro settimane, onde evitare ripercussioni negative sullo stato di salute. Inoltre, la perdita immediata di peso fa sì che in primo luogo vengano a mancare liquidi e si perda una parte di tessuto muscolare. Questo tipo di dieta ha quindi degli aspetti sfavorevoli.

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati


WayCap: la capsula da caffè ecologica e riciclabile, che rispetta l’ambiente

Le uova non sono nemiche di chi soffre di diabete