Trovato morto lo chef stellato Luciano Zazzeri!

È lutto nel mondo della ristorazione, è stato trovato morto lo chef Luciano Zazzeri, il proprietario del ristorante stellato La Pineta!

Luciano Zazzeri all’età di 63 anni è stato trovato morto. Si tratta del proprietario del ristorante La Pineta che si trova a Marina di Bibbona, in provincia di Livorno. Nel tardo pomeriggio di domenica 17 marzo del 2019 lo chef è stato trovato deceduto presso la dimora dei suoi genitori.

Il locale stellato dello chef è noto in tutto il mondo e si tratta di un luogo simbolo e punto di riferimento per quanto riguarda l’alta cucina italiana. Scopriamo insieme meglio tutto quello che c’è da sapere in merito.

Luciano Zazzeri: lo chef stellato è morto!

La morte dello chef stellato è una grande perdita per quanto riguarda il mondo della ristorazione. Si tratta del proprietario de La Pineta, chiamata da lui come: “la baracca sul mare“, un luogo noto in tutto il mondo e frequentato da personaggi famosi appartenenti al mondo dello spettacolo e non solo.

Luciano Zazzeri
Fonte foto: https://www.instagram.com/filippopolidori/?hl=it

Per quanto riguarda il decesso, lo chef è stato trovato presso la casa dei genitori verso il tardo pomeriggio di domenica 17. Le cause della morte sono ancora da accertare, ma a quanto pare secondo indiscrezioni si potrebbe parlare di un malore. In tanti invece ipotizzano la causa del gesto volontario, ovvero del suicidio.

Luciano lascia nel dolore due figli: Andrea e Daniele, i quali lavoravano con lui presso il locale. Lo chef viene ricordato come uno dei cuochi più importanti della cucina italiana. Nel 2006 era riuscito ad ottenere il tanto ambito riconoscimento della stella Michelin.

La sua storia nel mondo della ristorazione è nata fina da quando era giovane. I genitori possedevano un locale sulla spiaggia, con cabine e ombrelloni. In seguito il locale è stato gestito da lui con grande successo ed è diventato ciò che è ora. In merito, sul suo sito lo descriveva così:

Il ristorante La Pineta nasce grazie a nonna Nella, a zia Serenella e a mia madre, cuoca straordinaria, che mi ha avviato all’arte della cucina e a mio padre che mi ha fatto conoscere il mare a loro va tutta la mia gratitudine. Tanta della professionalità che oggi ci distingue è dovuta anche alla vicinanza di straordinari produttori di vino dai quali abbiamo imparato molto“.

Fonte foto: https://www.instagram.com/filippopolidori/?hl=it

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 18-03-2019

X