Un weekend per fare la spesa e cucinare tutti i piatti della settimana senza fatica: ecco la tecnica del meal prep per risparmiare soldi e guadagnare salute

Inutile negarlo, siamo sempre di corsa e a farne le spese solitamente sono i pasti: li saltiamo, li consumiamo in modo frettoloso e senza badare al giusto apporto di nutrienti. Per non parlare di chi ogni giorno della settimana è costretto a consumarlo fuori casa. A venirci in soccorso è la tecnica del meal prep che consente, organizzando il menù della settimana, di risparmiare, fare la spesa una volta sola e non dover cucinare ogni giorno qualcosa. Curiosi di scoprire come funziona?

Organizzare il menù della settimana con il meal prep

Come per tutte le cose, la chiave del successo è l’organizzazione. Lo sanno bene soprattutto le donne che devono destreggiarsi tra lavoro, marito, figli e gestione della casa. Saranno proprio loro ad apprezzare il meal prep, una tecnica per organizzare in anticipo i pasti della settimana.

meal prep
meal prep

10 ricette detox per tornare in forma

Ecco come procedere: il sabato si decide cosa si desidera mangiare dal lunedì al venerdì della settimana seguente, a pranzo e a cena. Si procede poi con la spesa che deve tenere in considerazione anche l’occorrente per la colazione e gli spuntini. Infine si cucinano quantità sufficienti al fabbisogno vostro e della vostra famiglia tutte in una volta.

Nell’organizzazione dei pasti settimanali dovete calcolare ad esempio eventuali uscite con gli amici o pasti preparai al momento che quindi non andranno inseriti nel programma di meal prep.

Nella stesura del menù occorre tenere in considerazione i seguenti aspetti:
• Inserite le verdure in ogni pasto;
• Consumate frutta due volte al giorno, ottima come spuntino;
Carboidrati in entrambi i pasti (sotto forma di cereali, pasta o pane);
Proteine da alternarsi tra uova, formaggi, carne, pesce e legumi.

Come cucinare i pasti del meal prep

Per organizzare e cucinare tutto in un fine settimana chiaramente serve una grande organizzazione. Comodi e pratici sono ad esempio i contenitori ermetici, ovviamente non monouso ma da riutilizzare di volta in volta. In alternativa, potete conservare tutto insieme e porzionare di giorno in giorno.

Cucinare i primi piatti per tutta la settimana

Poiché la pasta difficilmente si conserva a lungo senza diventare collosa o la consumate in uno dei primi due giorni, oppure la rimpiazzate con formati tipo cannelloni e lasagne che andranno cotti e congelati. Una valida alternativa sono i cerali: cotti in anticipo, si conservano a lungo in frigorifero pronti per essere poi conditi con legumi (per creare un profilo completo delle proteine) o con altre verdure.

Per quanto riguarda i sughi invece potete conservarli in frigorifero oppure congelarli già porzionati fino all’occorrenza e optare per alcuni nostri sughi veloci.

Secondi piatti per tutta la settimana

Anche in questo caso un occhio alla durabilità dei prodotti vi permetterà di organizzare senza fatica i vostri piatti. Uova e frittate, ad esempio, vanno consumate entro un paio di giorni e quindi inserite a inizio settimana. I formaggi invece, possono essere lasciati agli ultimi giorni.

Per quanto riguarda la carne invece, oltre agli affettati magri come tacchino e bresaola, è possibile cuocere il petto di pollo. Preparazioni più complesse come spezzatini e brasati invece andranno conservati già porzionati in freezer.

Le verdure possono essere cotte in anticipo e aggiunte ai cereali oppure accompagnate ai secondi. Si prestano molto bene a questi scopi le verdure grigliate, come peperoni, zucchine e melanzane, ma anche cotte al forno come le patate e la zucca o al vapore come le carote e i piselli.

I legumi, se optate per quelli già pronti, saranno solo da scolare e unire alle preparazioni oppure insaporiti all’ultimo momento in padella.

Ecco come organizzare i pasti con la tecnica del meal prep e avere sempre qualcosa di pronto fatto in casa.

Riproduzione riservata © 2024 - PC

consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 14-01-2023


Tutte le curiosità sul mirin: cos’è e come si usa in cucina

Dieta mediterranea: il segreto per uno stile di vita sano