Il tribunale di Barcellona ha condannato Lidl a ritirare dal mercato il suo robot da cucina Monsieur Cuisine Connect per violazione dei diritti del brevetto europeo.

Il Monsieur Cuisine Connect di Lidl è un utilissimo robot da cucina e al momento si trova al centro di una controversia. La sezione specializzata in materia di brevetti del Tribunale mercantile di Barcellona, infatti, ha stabilito che il robot Monsieur Cuisine Connect di Lidl violava i diritti esclusivi riconosciuti con un brevetto europeo che ha proprio l’obiettivo di proteggere il Bimby, il più famoso robot da cucina prodotto dall’azienda tedesca Vorwerk.

La sezione del tribunale si è concentrata principalmente sulla funzionalità di pesare il cibo. Il Bimby, infatti, utilizza uno specifico circuito che controlla il movimento del bicchiere e che consente comunque di pesare gli ingredienti con la macchina in funzione, con il recipiente chiuso e funzionante con il coperchio e con macchina ferma ma accesa.

Monsieur Cuisine Connect di Lidl: la Spagna blocca la vendita

La controversia tra Lidl e Vorwerk, come riporta anche il giornale francese L’indépendant, era sorta già nel 2018, anno in cui la nota catena di supermercati ha iniziato a vendere il suo robot da cucina a prezzi davvero vantaggiosi rispetto a quelli dei concorrenti.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

robot da cucina
robot da cucina

Il robot prodotto da Lidl ha avuto davvero successo tanto da portare l’azienda tedesca Vorwerk, che detieni i diritti sul brevetto del Bimby dal 2008, alla decisione di presentare un reclamo ufficiale. La prima causa per violazione del brevetto è datata 14 giugno 2019.

La controversia si è conclusa con la decisione del tribunale spagnolo che ha condannato Lidl a “cessare di importare, immagazzinare, offrire e/o commercializzare la macchina Monsieur Cuisine Connect” e a “ritirare dal mercato tutte le copie della macchina oggetto dell’azione che sono in suo possesso e a quella dei suoi distributori, nonché tutti i documenti commerciali, materiale pubblicitario e promozionale o altri documenti in cui tale prodotto è riprodotto, compreso Internet, procedendo alla sua distruzione a sue spese“.

Si aggiunge anche l’obbligo di “astenersi dall’importazione, immagazzinamento, offerta e commercializzazione di macchine da cucina che soddisfano le caratteristiche rivendicate nel brevetto ES 2 301 589 T3“. Di conseguenza Lidl è anche tenuta a risarcire Vorwerk per danni, anche se l’azienda ha già comunicato che sta valutando come muoversi in futuro.

Al momento solo Lidl Spagna è interessata da questa sentenza.


Vitamina B6: a cosa serve, in quali alimenti si trova e conseguenze di una carenza

La lasagna del futuro? È in un tubetto di dentifricio