Ingredienti:
• 320 g di pasta
• 350 g di pomodorini ciliegini
• 200 g di burrata
• 200 g di caciotta romana
• sale q.b.
• pepe q.b.
• 10 foglie di basilico
• olio evo q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 5 min
cottura: 15 min
kcal porzione: 700

La pasta alla checca è un primo piatto facile e veloce tipico della cucina romana. Ecco come prepararla.

La pasta alla checca è una ricetta tipica di Roma, solitamente gustata fredda o a temperatura ambiente, la cui preparazione è di una semplicità disarmante. Se quindi non sapete cosa cucinare per cena, ma soprattutto non avete voglia di passare troppo tempo ai fornelli, questo primo piatto di pasta è la ricetta che fa per voi.

Sarà sufficiente lavare dei pomodori, tagliarli a cubetti e utilizzarli per condire il formato di pasta che preferite aggiungendo semplicemente della burrata, basilico fresco e pepe. Per dare un tocco di sapore in più, l’ingrediente segreto è la caciotta romana. In un certo senso quindi la pasta alla checca assomiglia all’insalata caprese, rivisitata e arricchita per diventare un saporito ma leggero piatto unico.

L’origine del nome rimane misteriosa anche se l’ipotesi più accreditata vuole che l’inventrice del piatto sia stata una certa sora Checca, che la propose nel suo ristorante.

9 ricette autunnali per la tua tavola

Pasta alla checca
Pasta alla checca

Come preparare la ricetta della pasta alla checca

  1. Cominciate mettendo a cuocere la pasta in abbondante acqua salata per il tempo indicato sulla confezione.
  2. Nel frattempo lavate i pomodori e tagliateli a cubetti non troppo grandi.
  3. Conditeli con un pizzico di sale e metteteli all’interno di uno scolapasta per fargli perdere un po’ di acqua di vegetazione.
  4. Strappate con le mani degli straccetti di burrata e trasferitela in una ciotola capiente insieme al basilico fresco e ai pomodori.
  5. Quando la pasta sarà pronta, scolatela e raffreddatela sotto il getto di acqua corrente.
  6. Trasferitela nella ciotola insieme ai pomodori, unite la caciotta tagliata a dadini, un giro abbondante di olio extravergine di oliva e del pepe fresco.
  7. Lasciate riposare la pasta per qualche minuto prima di servirla.

Come detto all’inizio, la pasta alla checca può essere servita sia tiepida che fredda. Se proprio volete puntare alla tradizione, preparate gli spaghetti alla checca oppure lasciatevi tentare da un altro piatto tipico della cucina romana: la pasta alla carbonara.

Conservazione

La pasta alla checca si può conservare anche per una giornata in frigo. Il motivo? È una pasta da gustare fredda, infatti si può anche condire il giorno dopo o al momento con ingredienti freschi. Nonostante ciò consigliamo di procedere con l’operazione del condimento un po’ prima di gustarla, in modo che la pasta si impregni dei succhi del pomodoro e dei formaggi. Sconsigliamo la congelazione.

5/5 (1 Review)
Idee per cena Primi piatti semplici

ultimo aggiornamento: 22-01-2021


Carbonara di tonno, un primo sfizioso

Volete conquistare qualcuno prendendolo per la gola? Provate la Persian love cake!