Ingredienti:
• 500 g di farina 0
• 70 g di strutto, 3 g di bicarbonato
• 8 g di sale
• 200 ml d'acqua
• lardo q.b.
• rosmarino q.b.
• 2 spicchi d'aglio
• pepe q.b.
• parmigiano q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 2 min

La piadina, detta anche piada in dialetto locale, è uno dei grandi tesori della cucina italiana. Vi proponiamo la ricetta originale della piadina romagnola di Massimo Bottura.

La piadina è il tipico cibo da strada che puoi trovare in Romagna, è come una tortilla, una pita o un naan, ma non lievitata. La trovate ripiena di salame, prosciutto, formaggio e rucola, pesce, salsiccia alla griglia e cipolle caramellate e ovviamente mortadella: insomma potete sbizzarrirvi con la farcia senza mai sbagliare l’accoppiata vincente.

La sua origine risale alla notte dei tempi, nel periodo dei Romani veniva mangiata una specie di piadina ante litteram, ma questo non deve stupirvi, in fondo la piadina non è altro che un delizioso, magico impasto di farina, acqua e strutto. In Romagna questo impasto è diventato qualcosa di più, un’arte che potremmo dire perfezionata.

Vediamo insieme come preparare la piadina romagnola di Massimo Bottura.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Piadina romagnola di massimo bottura
Piadina romagnola di Massimo Bottura

Preparazione della piadina romagnola di Massimo Bottura

  1. Prendete la farina, lo strutto, 2 pizzichi di bicarbonato (circa 3 grammi), 8 grammi di sale e acqua quanto basta. Impastate tutti gli ingredienti e realizzate una palla. Avvolgetela con la pellicola e lasciatela riposare per 15-20 minuti.
  2. Una volta riposata, fate piccole pagnottelle di circa 100 grammi ognuna.
  3. A questo punto con il mattarello realizzate dei dischi dal diametro che può variare a piacere dai 4 agli 8 centimetri.
  4. Per la cottura utilizzate una padella antiaderente e punzecchiate la piadina con i rebbi della forchetta.
  5. Cuocete entrambi i lati per 30 secondi. 
  6. Per il ripieno: prendete un pezzetto di lardo a piacere e sminuzzatelo fino a ottenerne un battuto.
  7. Lavate il rosmarino e prendetene solo le foglie.
  8. Sbucciate un paio di spicchi d’aglio, togliendone la parte centrale.
  9. Sminuzzate finemente aglio e rosmarino su un tagliere, realizzando una pasta il più possibile uniforme.
  10. Mescolate questa pasta triturata al battuto di lardo e aggiungere il pepe amalgamando bene.
  11. Quando la vostra piadina è pronta stendete questo battuto su un lato della piadina.
  12. Grattate il Parmigiano sul battuto che sta fondendo sulla piadina calda.
  13. Tagliate la piadina in quattro e servite tiepida.

Che ne pensate di questa proposta? La ricetta della piadina è esattamente quella classica romagnola, ma il ripieno è tutta un’altra storia ideata dal famoso chef modenese, Massimo Bottura.

Conservazione

L’impasto per la piadina non ancora cotto può essere conservato un paio di giorni in frigo. La piadina già cotta e condita è consigliabile consumarla subito e tiepida.

4/5 (2 Reviews)

Facciamo insieme le lasagne al pesto: sono strepitose!

Focaccia senza glutine fatta in casa: ecco la ricetta da sogno