La pitta di patate è un must della tradizione contadina ed è un sostanzioso e saporito piatto unico.

La pitta di patate nasce come piatto povero, ma non per questo è meno buona e invitante. Potete farcirla anche con ingredienti diversi, come acciughe, formaggi, tonno o prosciutto e anche servirla fredda a cubetti per un antipasto.

DIFFICOLTÀ: 3

COTTURA: 65′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 25′

INGREDIENTI PITTA DI PATATE SALENTINA per 4-6 persone

  • 1 kg di patate a pasta gialla
  • 500 g di polpa di pomodoro
  • 200 g di pecorino
  • 3 cipolle dorate
  • 1 uovo
  • olive
  • un cucchiaio di capperi
  • pane grattugiato
  • olio extravergine di oliva
  • mentuccia q.b.
  • sale q.b.

10 ricette per tenersi in forma

pitta di patate

PREPARAZIONE PITTA DI PATATE SALENTINA

Per preparare questa ricetta occorre partire dalle patate che vanno lavate e fatte cuocere in una pentola con abbondante acqua per circa 1 ora. Altrimenti potete anche usare la pentola a pressione lasciando cuocere le patate per 20 minuti dal fischio. Quando saranno cotte, scolatele e lasciatele leggermente raffreddare prima di pelarle.

Preparazione del sugo: prendete le cipolle, affettatele e mettetele in una padella con un filo d’olio e lasciatele dorare a fuoco basso per 10 minuti; aggiungete successivamente la polpa di pomodoro, un pizzico di sale e continuate la cottura fino a quando il sugo non si sarà ristretto dopo di che procedete incorporando i capperi e le olive.

Preparazione della pitta: prendete le patate e passatele nello schiacciapatate in una ciotola, aggiungete poi un uovo, il pecorino grattugiato, sale, 2 cucchiai del sugo preparato precedentemente e una foglia di menta (lavata, asciugata e spezzettata) e aiutandovi con una forchetta o le mani impastate tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo.

Prendete una teglia da forno, ungetela (o se preferite adagiate un foglio di carta da forno) e stendete metà dell’impasto, aggiungete poi il sugo e coprite con altro impasto di patate. Cospargete la superficie con del pangrattato e olio ed infornate (preriscaldato a 200°) per 20 minuti circa.

Quando la superficie sarà ben dorata, sfornatela e servite tiepida o fredda.

Il pecorino è un formaggio dal sapore intenso e ricercato. Provatelo in questo secondo importante: “Brasato al vino rosso con insalatina e pecorino“.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 05-03-2017


Tartellette integrali con clafoutis di uva nera

Ricetta salva spesa: Okonomiyaki vegetariano