Ingredienti:
• 500 g di burro
• 250 g di zucchero a velo
• 5 tuorli
• la scorza grattugiata di 1 limone
• 150 g di cacao amaro in polvere
• 1 pizzico di sale
• 200 g di savoiardi
• 1 bicchiere di liquore
• 1 tazzina di caffè ristretto
• 170 g di mandorle (pelate)
difficoltà: media
persone: 8
preparazione: 30 min
cottura: 00 min
kcal porzione: 560

Siete curiosi di sapere cosa c’è all’interno del porcospino dolce romagnolo? Prepariamo questo tipico riccio dolce di Pasqua.

Molti di voi, forse, non ancora la conoscono, la torta porcospino, però, è un dolce tipico di Romagna. In questa zona d’Italia è nata la sua ricetta originale, che prevedeva una copertura chiara e alla crema di burro. Questa è una versione adatta per ogni periodo dell’anno, per un dolce che può essere servito anche come divertente torta di compleanno. Tuttavia, ne esiste una variante più golosa, tipicamente realizzata per celebrare la Pasqua. Siete curiosi di sapere come cucinare il porcospino dolce?

Potete arricchire il pranzo di Pasqua servendo il dessert in tutta la sua bontà con una golosa copertura di crema al burro al cioccolato. L’interno è tutto da gustare: una struttura in cui si alternano savoiardi e crema. Il tipico aspetto, poi, si può arricchire con l’aggiunta di tante mandorle, che costituiscono i particolari aculei di questo dolce animaletto!

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Porcospino dolce
Porcospino dolce

Preparazione della ricetta per il porcospino dolce

  1. Per realizzare la torta, cominciate mettendo il burro in una ciotola. Aggiungete lo zucchero e lavorate con uno sbattitore elettrico, per montare il tutto.
  2. Mentre continuate a mescolare, incorporate i tuorli e la scorza di limone grattugiata. Ultimate con un pizzico di sale.
  3. Aggiungete il cacao in polvere e mescolate, per ottenere una crema omogenea.
  4. A questo punto, copritela con pellicola e mettetela in frigo, a rassodare.
  5. Prendete un piatto ovale, che sia adatto per la forma che deve avere il dolce a forma di porcospino. Realizzate la bagna, mescolando caffè e liquore in una ciotola.
  6. Inzuppate un savoiardo alla volta nella bagna e cominciate a disporli sul piatto, per formare un primo strato. Prendete la crema dal frigo e spalmate una prima quantità sui biscotti.
  7. Continuate con un secondo strato di savoiardi (inzuppati), poi ancora la crema. Continuate così per realizzare un porcospino, il cui corpo è fatto a semi-sfera e il musino a forma di triangolo.
  8. Terminati i savoiardi, ricoprite con un ultimo strato di crema al burro al cioccolato, per ricoprire tutto il riccio dolce. Lisciate con una spatola.
  9. Trasferite il dolce in frigo per 2 ore.
  10. Trascorso questo tempo, tagliate le mandorle in senso verticale, per formare due metà uguali. Usatele per formare gli aculei, gli occhi e il naso del vostro dolce.

Conservazione

Che sia per una festa di compleanno o per il pranzo di Pasqua, rispolverare la ricetta del porcospino dolce della nonna è sempre un’ottima idea. Conservate questo dessert in frigo per 2-3 giorni, in un contenitore ermetico.

Rimaniamo nella tradizione e vi presentiamo la resta comasca, il dolce di Pasqua tipico del lago di Como.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Pasqua

ultimo aggiornamento: 17-02-2022


Polpette di cavolfiore: un piatto sfizioso e vegetariano!

Carnival risotto: il primo piatto colorato e divertente!