Superpolveri: quali sono e come si utilizzano in cucina

Superpolveri: ecco quali sono i super food per curarsi con il cibo

Matcha, spirulina, baobab, cannella, curcuma e moringa: ecco le superpolveri che garantiscono il benessere del vostro organismo.

Tutti oramai hanno sentito parlare almeno una volta di superfood, questi cibi del benessere in grado di fornire all’organismo tutta una serie di sostante nutritive indispensabili per il suo corretto funzionamento. Di molti ne vengono decantate le proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, al punto che spesso vengono affiancati alle terapie tradizionali.

Le superpolveri, come è facile desumere, sono dei superfood commerciati sotto forma di polvere. Si ottengono da frutta, foglie e spezie e sono perfette come integratori da aggiungere ai cibi. Scopriamo insieme quali sono e come utilizzarle in cucina.

the matcha
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/matcha-potere-giapponese-2356774/

Superpolveri: quali sono e come utilizzarle in cucina

Non solo alga spirulina e baobab: di superpolveri ce n’è di ogni tipo e possono essere utilizzate come integratore alimentare per arricchire dolci, yogurt e frullati.

Occorre però tenere in considerazione alcuni aspetti fondamentali: vanno utilizzate con criterio, rispettando le indicazioni terapeutiche; per godere appieno di tutti i benefici è meglio optare per un prodotto biologico e ultimo ma non meno importante, non sono rimedi miracolosi e vanno inseriti in una dieta varia ed equilibrata.

Alga spirulina
Alga spirulina

Alga spirulina. Abbiamo parlato in maniera diffusa di questo potente antiossidante e anche questa volta entra di diritto nella lista delle superpolveri. Energizzante e tonificante, la spirulina è un concentrato di sali minerali, ferro e vitamine del gruppo B. Può essere utilizzata per arricchire qualsiasi tipo di ricetta dalle zuppe ai gelati passando per gli estratti.

Moringa. Diluita in bevande come succhi e frullati, la moringa si ottiene dai semi e dalle foglie dell’omonima pianta originaria dell’India. Secondo l’ayurveda è in grado di curare oltre 300 tipi di malattie, ma anche se così non fosse l’elevato contenuto di vitamine C, A ed E insieme alle proteine e ai sali minerali la rendono un vero e proprio superfood.

Matcha. Il the matcha, protagonista indiscusso della cerimonia del te giapponese, è di colore verde brillante e ha un sapore dolce. Viene consumato sia sotto forma di te, versando sulla polvere acqua bollente, sia come ingrediente di impasti dolci e salati. Tra le sue infinite proprietà ricordiamo quelle antitumorali e antiossidanti.

Berberè
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/spezie-curcuma-ingrediente-sapore-2613032/

Curcuma. Tra i primi superfood a sbarcare in Italia, la curcuma è una spezia ricavata da una radice. Di colore giallo acceso, può essere utilizzata in tutte le preparazioni dolci e salate per dare colore e sapore. Dà il meglio di sé consumata a crudo, magari unita a un pizzico di pepe per attivare la curcumina.

Baobab. Meno conosciuta, la polvere di baobab è ricca di vitamina C ed A, oltre a vitamine del gruppo B. La polvere va diluita con acqua o latte caldi ed è ottima non solo per il controllo del colesterolo e della glicemia, ma anche per combattere stress e stanchezza.

cannella
Cannella

Cannella. Meno nota e spesso sotto valutata, la cannella con le sue proprietà antisettiche è utile per il sistema immunitario. Tra le altre proprietà ricordiamo quella digestiva mentre non c’è bisogno di dilungarsi troppo sul suo utilizzo in cucina: il suo profumo si sposa alla perfezione con i dolci a base di frutta.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/spezie-curcuma-ingrediente-sapore-2613032/

ultimo aggiornamento: 19-01-2020