Togliere l’amaro dalle verdure è possibile e basta davvero poco per farlo. Ecco tutti i metodi da attuare in cucina.

Tra gli alimenti che giovano di più all’organismo, ci sono sicuramente le verdure. Questo alimento è ottimo a qualsiasi età e per qualsiasi individuo. Tuttavia, non tutti riescono ad apprezzarle e a consumarle facilmente. Il motivo è presto detto: questi alimenti sono molto amari al palato. In particolare, i bambini tendono sempre a rifiutarle, a causa del loro gusto non troppo confortevole. I segreti per togliere l’amaro dalle verdure, quindi, risultano essenziale per rendere facile a tutti il consumo di questo alimento.

Vediamo insieme come rendere maggiormente appetibili cibi come cicorie, rucola, cipolla e molto altro.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Togliere l'amaro dalle verdure
Togliere l’amaro dalle verdure

Ogni trucco per togliere l’amaro dalle verdure

Il motivo del gusto amaro nelle verdure è dato dalla presenza di alcuni importanti antiossidanti, ovvero i polifenoli. Sono proprio queste le sostanze maggiormente benefiche per l’organismo umano. Nonostante rendano questi alimenti particolarmente amarognoli per il palato, sono essenziali per alcune funzioni dell’organismo. Essi aiutano a contrastare l’avanzamento di malattie legate all’invecchiamento, favoriscono l’attività cardiovascolare e possono contrastare la crescita di tumori. Tuttavia, vi sono alcuni metodi pratici che contribuiscono ad attenuare il sapore amaro in questi alimenti, rendendoli più facili da gustare.

Come si contrasta l’amaro nelle verdure

Per modificare il sapore della cicoria, vi sono due metodi. Il primo prevede di cuocerla in una pentola a pressione piena d’acqua e con un cucchiaino di bicarbonato; successivamente, si può scolare e strizzare per togliere l’acqua di cottura, che è causa del sapore amaro. Un secondo modo, prevede di lessarla e, poi, lasciarla in una ciotola con acqua e limone per 15 minuti.

Dopo aver sbucciato le cipolle, potete immergerle in acqua tiepida, unita a un cucchiaio di aceto, per 30 minuti; in alternativa, tagliatela a fette e irrorate con succo di limone e cospargete del sale. Allo stesso modo, per “addolcire” la rucola, potete immergerla in acqua fredda e ghiaccio per 30 minuti, aggiungendo un po’ di succo di limone.

Per la scarola, invece, pulitela e immergetela in acqua calda (scaldata precedentemente) per 2 minuti, poi trasferitela in una ciotola con acqua fredda per 5 minuti. Un secondo metodo prevede di metterla in una ciotola e ricoprirla con latte, per poi lasciarla in ammollo per almeno 1 ora e, in fine, risciacquarla.

Per eliminare l’amaro dalle amate melanzane, tagliatele a metà e incidete la polpa formando un reticolo, poi trasferitele in una ciotola con acqua fredda per 30 minuti; al termine, strizzatele per eliminare tutta l’acqua. Un altro metodo prevede di mettere le fette di melanzane in uno scolapasta e ricoprirle con sale grosso; posizionate un peso su di esse, in modo da favorire la fuoriuscita dell’acqua, e dopo 1 ora risciacquatele con acqua fredda.

E non perdete la lista completa dei cibi amari.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 04-06-2022


Tutti i cibi con nomi strani e divertenti d’Italia!

Conoscete la pera d’acqua? Una varietà piena di benefici