Ingredienti:
• 70 g di farina 00
• 70 g di burro
• 70 g di zucchero semolato
• 4 uova
• 65 ml di latte
• 1 pizzico di sale
• 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 20 min
cottura: 50 min
kcal porzione: 100

Dal Giappone arriva un dolce con un sapore straordinario, la torta Castella (o Kasutera), che è un particolare pan di Spagna.

Dall’Oriente arriva la preparazione del famoso pan di Spagna giapponese, che ha già conquistato tutto il mondo. Il suo nome italianizzato è torta Castella e si tratta di un impasto incredibilmente buono e compatto, che non si sbriciola. Fatto con pochi ingredienti viene lavorato in modo totalmente diverso. Il risultato è così leggero da contenere solo 100 calorie per porzione.

Il nome descrive le origini di questo dolce e deriva dalla denominazione portoghese “pão de Castela”, ovvero “pane di Castiglia“. Secondo la tradizione, infatti, si tratterebbe di una ricetta importata in Giappone dai mercanti portoghesi. Successivamente, in patria ha assunto il nome di Kasutera. La ricetta originale prevede di cuocerlo in uno stampo in legno, ma noi utilizziamo una comune teglia in alluminio.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Torta castella
Torta castella

Preparazione della ricetta per la torta Castella

  1. Versate il latte in un pentolino e aggiungete il burro tagliato in pezzi. Mettete sul fornello e cominciate a scaldare per far sciogliere il burro, senza raggiungere il bollore.
  2. Setacciate la farina e versatela in una ciotola, aggiungendo un pizzico di sale.
  3. Versate, a filo, il composto caldo di latte e burro e amalgamate con una frusta a mano.
  4. Dividete i tuorli dagli albumi. Incorporate un tuorlo alla volta al composto; poi, unite anche l’essenza di vaniglia.
  5. In un’altra ciotola, montate gli albumi con uno sbattitore elettrico, aggiungendo poco per volta lo zucchero.
  6. Unite questa spuma bianca al composto precedente, mescolando delicatamente con una spatola e con movimenti dal basso all’alto.
  7. Prendete uno stampo e rivestitelo con carta da forno. Versate al suo interno l’impasto, livellando la superficie. Rivestite esternamente lo stampo con carta di alluminio.
  8. Mettete questo stampo al centro di un’altra teglia da forno e riempite il fondo di questa con 3 cm circa di acqua.
  9. Fate cuocere il dolce giapponese in forno preriscaldato e ventilato a 150°C, per 50 minuti o poco più.
  10. Appena appare cotto, sformate e mettete su un piatto da portata. Questa torta va servita ben calda e tagliata a fette.

Conservazione

Consistente e dolce, la Castella cake è ottima anche senza farcitura. Il suo gusto è straordinario e potete accompagnarla, per renderla più sfiziosa, a una palla di gelato. Conservate questo prodotto tipico sotto una campana di vetro per 3-4 giorni.

Siete amanti della cucina orientale? Ecco la ricetta degli okonomyaki, i pancake giapponesi con verdure.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 17-03-2022


Ecco la ricetta della trippa preparata secondo la tradizione contadina del Molise

Le migliori ricette con i fagioli: come cucinare i legumi per stupire i vostri ospiti