I tortellini dei ragazzi autistici: il progetto di Aut Aut Modena

Come fare un infuso vegan disintossicante

Il naturale perfezionismo degli autistici “crea” tortellini perfetti, alla base del progetto formativo Il Tortellante di Aut Aut Modena Onlus.

L’associazione senza scopo di lucro Aut Aut Modena, fondata nel 2003, ha messo a punto un importante progetto di cui si sta parlando molto in rete: un gruppo di ragazzi autistici, fino al giugno 2016, sarà impegnato nella produzione (non destinata alla vendita) di tortellini, tagliatelle e altri formati di pasta fresca confezionata a mano, insieme a tutor e a un team di esperti.

Questo progetto si chiama Il Tortellante e parte da intenzioni di massima importanza, come si legge nel sito web della Onlus: consolidare l’autonomia dei ragazzi affetti da sindrome autistica, e aiutarli a lavorare in team; avviare percorsi di lavoro per persone affette da questa sindrome; fare formazione per famiglie e volontari, per migliorare la vita degli autistici; fare formazione per addetti di aziende che vogliano inserire persone autistiche nel percorso di produzione.

Il progetto coinvolge 21 ragazzi ed è coordinato delle dottoresse Valentina Ciulla, Sabrina Morgillo ed Elena Orlandi. Per due ore, e debitamente assistiti da un team di esperti, questi ragazzi confezionano diversi tipi di pasta fresca, che una volta terminato il lavoro possono portare a casa e consumare, visto che per il momento non vengono venduti. Ma, come specificato sul sito web, la Onlus si attiverà per iniziative particolari come festività, confezionamento di cesti regalo anche in occasione di Pasqua e Natale e altro.

L’iniziativa non è aperta solo ai ragazzi affetti da autismo, ma anche ai famigliari, ai volontari e ad addetti di aziende che vogliano imparare a interagire con queste persone e/o farli aderire a iniziative socio-occupazionali.

La naturale propensione delle persone autistiche per il perfezionismo e l’ordine, nelle mansioni che svolgono, li rende dei potenziali dotatissimi confezionatori di tortellini, e di altri prodotti. Un’iniziativa a cui PrimoChef offre il suo sincero plauso.

Fonte foto: Pixabay

Non perderti le altre golose ricette di Primo Chef, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 17-03-2016

Caterina Saracino

X