Quando siamo ai fornelli non può mancare: è la carta da cucina, un’alleata dai mille usi. Ecco quali sono i meno conosciuti.

La carta da cucina è uno degli alleati che anche nelle cucine meno attrezzate non manca mai. Non tutti però conoscono il suo potenziale, che va ben oltre la pulizia di mani e bocca o la rimozione dell’unto in eccesso. 

Fare a meno della carta assorbente è davvero difficile e, che sia bianca o colorata, non può mai mancare. Ma quali sono gli altri usi della carta da cucina, quelli che potremmo definire secondari e che non tutti conoscono? Vediamo di scoprirli insieme e renderla ancor più una nostra alleata!

Carta da cucina
Carta da cucina

Tutti i modi di utilizzare la carta da cucina

Assorbire l’umidità. Esatto, la carta da cucina è ottima per assorbire l’umidità dei cibi. Potete quindi inserirla all’interno del sacchetto dell’insalata (sia quella acquistata pronta che quella che ritirate voi stessi) per mantenerla croccante più a lungo, oppure all’interno del barattolo del sale e dello zucchero per prevenire la formazione dei fastidiosi grumi. Ancora, messa all’interno dei cassetti del frigorifero atti ad accogliere frutta e verdura, contribuirà a mantenerli freschi e asciutto. Anche il pane, avvolto nella carta da cucina, rimane morbido senza problemi fino al giorno dopo. 

Assorbire l’unto. Forse questo è l’utilizzo più conosciuto ma non tutti sanno che in questo caso sarebbe opportuno utilizzare della carta bianca, priva di disegni, in modo che l’inchiostro non entri a contatto diretto con i cibi caldi. Sempre rimanendo in tema di unto, la carta da cucina è una vera e propria salvezza per rimuovere l’unto dalle padelle prima di lavarle: farete molta meno fatica, poi, con il detersivo. Ancora, un foglio di carta da cucina avvolto attorno al colletto della bottiglia dell’olio vi aiuterà a raccogliere eventuali gocce, mantenendo pulito il piano d’appoggio. 

Proteggere. Basta un foglio di carta da cucina per separare tra loro le padelle, soprattutto quelle antiaderenti, e mantenerle integre più a lungo. Messa anche all’interno dei cassetti o degli armadietti, aiuta a evitare che le superfici si righino. 

Asciugare. Non solo le mani, ma anche la frutta e la verdura appena lavata oppure il piano di lavoro e la dispensa, dopo averli opportunamente igienizzati. 

Filtrare. Avete capito bene, se non avete della garza o un tovagliolo di cotone, potete utilizzare la carta da cucina per filtrare i liquidi. Abbiate però l’accortezza di sceglierne di ottima qualità o a tenderà a rompersi. 

Gli utilizzi della carta da cucina però non finiscono qui: avvolgetene un foglio attorno alle vostre candele profumate e rimarranno tali molto più a lungo!

E voi, quale utilizzo ne fate? 

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati

TAG:
consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 25-09-2020


Amore, cucina e curry: tutte le ricette del film

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati