È tempo di grandi pulizie in casa: un occhio di riguardo lo merita senza dubbio anche la cucina: ecco alcuni suggerimenti per pulire la dispensa al meglio!

È ora e non si può rimandare, per questo è bene approfittare di una giornata di sole, organizzarsi per tempo con le varie attività e mettersi al lavoro. Se state già pensando ad armadi, tende e vetri è importante inserire nella lista anche la cucina in modo da pulire la dispensa. Sapete come fare? Non c’è nulla di complesso, l’importante è avete pazienza e tempo a disposizione. E se doveste trovare qualche insetto della farina, spesso presenti nelle dispense degli italiani?… Tranquilli ci pensiamo noi!

Come pulire la dispensa della cucina

Per pulire la dispensa in modo corretto è meglio seguire un ordine: vuotate i pensili, pulite gli interni con cura, utilizzando un buon detergente e controllate le date di scadenza dei vari alimenti in modo da effettuare una sorta di inventario. Se, poi, nelle vostre dispense non mancano vasetti, barattoli, sacchetti, bottigliette e scatolette ricordate anche di dare una rinfrescata a queste stoviglie. Dopo aver pulito tutti i ripiani, lasciateli asciugare in modo da evitare la formazione di muffe.

Con cosa pulire la dispensa? Il consiglio è di usare prodotti naturali, visto che poi sui vari ripiani verranno conservati i prodotti (confezionati o meno). Se non trovate in commercio dei detersivi specifici potete anche pulire con acqua calda e aceto di vino bianco. Basterà preparare la soluzione con acqua calda, immergere un panno per pulire, strizzarlo e passare su tutti i ripiani con attenzione.

9 ricette autunnali per la tua tavola

Barattoli in dispensa
Barattoli in dispensa

Bestioline nere nella farina e altri parassiti in dispensa: come intervenire

Trovare insetti nella pasta o bestioline nella farina non è mai un piacere. Insetti di questo tipo provengono direttamente dalle loro uova e si formano proprio perché queste sono state deposte sui chicchi delle spighe di grano. Nonostante i processi di produzione, a cui vengono sottoposti la pasta, la farina utilizzata e l’impasto non possono essere portati ad una temperatura successiva a 75 °C e queste temperature non distruggono le uova dei parassiti. Per evitare che si sviluppino questi insettini è sconsigliato conservare pasta e farina troppo a lungo.

In presenza di animaletti di questo tipo ricordate di non usare insetticidi nella pulizia dei pensili della cucina per evitare qualsiasi tipo di contatto con gli alimenti. Metodi naturali? Foglie di alloro e 3 o 4 chiodi di garofano nei vasetti di vetro ben sigillati, ma anche gli olii essenziali sono adatti per questo tipo di trattamento.

ultimo aggiornamento: 26-02-2018


Infuso di fave di cacao: benefici e proprietà

Consigli e idee per un Nesquik fatto in casa