Come conservare i cibi in frigorifero: il modo giusto!

Come conservare i cibi in frigorifero: il modo giusto!

Come conservare i cibi in frigorifero: il modo giusto!

chiudi

Siete sicuri di sapere come conservare i cibi in frigorifero correttamente? E’ molto facile incorrere in errori senza nemmeno rendersene conto…

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità non sappiamo come conservare i cibi in frigorifero. In Europa, ogni anno, quasi tre persone su cento accusano disturbi per aver consumato cibo in cattivo stato di conservazione. Sotto accusa c’è soprattutto la conservazione domestica. E’ molto facile commettere errori che vanno a compromettere le qualità del cibo. A volte sono semplice abitudini, che vanno modificate, mentre altre sono comportamenti sbagliati, che non sappiamo essere tali. Vediamo quindi quali atteggiamenti possiamo modificare.

Il freddo rallenta lo sviluppo dei microbi responsabili delle alterazioni

Iniziamo con alcune norme generali di buon uso del frigorifero: bisogna evitare di disporre i contenitori del cibo a diretto contatto tra loro o con le pareti della cella. Solo in questo modo l’aria, che permette la refrigerazione, può circolare.

Non riempite il frigo con un solo supercarico settimanale perchè la temperatura si alzerebbe troppo. Pulite più spesso possibile la guarnizione della porta e l’interno del frigo con acqua e bicarbonato.

La temperatura sulla mensola centrale dovrebbe essere di 5 °C. Su quella immediatamente superiore deve essere di 8 °C. Qui devono trovare posto le uova, i prodotti caseari, gli affettati, gli avanzi, e le torte.

Il punto più freddo del frigorifero è la mensola più bassa, sopra il cassetto della frutta e delle verdure. Qui la temperatura è di circa 2 °C: vanno riposti la carne e il pesce fresco che sono alimenti particolarmente deperibili.

I cassetti in basso arrivano fino a 10 °C. Sono perfetti per le verdure e la frutta che potrebbero mal sopportare temperature più basse.

Negli scomparti o sulle mensole della porta (8-12 °C) vanno i prodotti che necessitano di una leggera refrigerazione come bibite, ketchup, senape, e burro.

La maionese e le altre salse si conservano in frigorifero, nella zona più fredda, ben chiuse in recipienti di vetro o ceramica.

Le uova, infine, dal punto di vista igienico è meglio conservarle nei loro contenitori originali: quei contenitori predisposti all’interno del frigo sono difficili da pulire e favoriscono germi e batteri.