La quinoa, questa sconosciuta

La quinoa, questa sconosciuta

La quinoa, questa sconosciuta

chiudi

Scopriamo la quinoa e le sue straordinarie proprietà

Sempre più spesso si sente parlare di quinoa, ma cos’è esattamente?  E’ uno pesudocereale che appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae, è originaria del Sudamerica in particolare nelle regioni andine della Bolivia e del Perù, infatti cresce ad altezze comprese fra i 1.800 e 5.000 metri.

Leggi anche: quinoa con tofu e noci

Definita come “la madre di tutti i semi” è l’unica pianta alimentare che contiene tutti e nove gli amminoacidi essenziali, per questo motivo è molto usata nella cucina vegana e vegetariana. E’ una delle piante con più proprietà nutritive del mondo, essendo ricca di proteine e di minerali quali fosforo, magnesio e ferro, e può essere consumata anche dai celiaci perché non presenta tracce di glutine.

E’ molto nutriente  ma non eccessivamente calorica, contiene circa 360 kcalorie ogni 100 grammi, grazie alla presenza di magnesio può essere utile per prevenire le malattie cardiovascolari e inoltre è un ottimo antiossidante.

La coltivazione della quinoa si sta espandendo in molti paesi di tutto il mondo, grazie alla sua capacità di adattamento anche in terreni poveri o in condizioni climatiche difficili.

La parte edibile sono i semi, piccole sferette rotonde che possono essere anche macinati per ottenere una farina. In commercio si trova sia la farina che tre varietà di quinoa, nera, gialla o rossa.

Per la preparazione dei semi è sufficiente sciacquarli per rimuovere eventuali residui amarognoli, dopodiché si cuoce in pentola con acqua con una quantità d’acqua doppia rispetto alla quinoa, per una ventina di minuti o il tempo necessario ai semi di assorbire tutta l’acqua. A questo punto è pronta da servire, condita a piacere con verdure o formaggi.