La coltivazione dell’albero del pane potrebbe salvare intere popolazioni dalle carestie e creare polmoni verdi per il nostro pianeta.

Per capire l’importanza dell’albero del pane è possibile cominciare da un’antica leggende hawaiana secondo la quale il dio Ku riuscì a salvare la sua famiglia da una carestia seppellendosi e rinascendo come albero del pane. Chiaramente, questa è solo una storia, ma di fatto questo albero, noto come Ulu e il cui nome scientifico è Artocarpus, potrebbe davvero salvare le popolazioni delle zone più povere del pianeta. Scopriamo insieme come e perché.

Storia e origini dell’albero del pane

L’albero del pane è una pianta tropicale diffusa nel sud est asiatico, in India e in alcune zone del pacifico. Parente stretto del Jackfruit e del Breadnut, è noto soprattutto perché produce dei frutti commestibili la cui dimensione va da quella di un pompelmo a quella di un melone.

Ricoperto da una scorza verde chiaro, racchiude una polpa biancastra che va consumata previa cottura.

Albero del pane
Albero del pane

È proprio la cottura a conferire al frutto il caratteristico sapore di pane appena sfornato o, secondo alcuni, di patata lessa. Di fatto però resta un alimento dalle notevoli proprietà sazianti (pensate che un solo frutto può fornire a una famiglia di 5 persone il quantitativo necessario di carboidrati) e ricco di sostanze nutritive.

Il frutto dell’albero del pane contiene da solo un quantitativo di potassio pari a 10 banane, ma anche vitamina C, vitamina B, sali minerali e fibre. Composto per il 70% da acqua, ha un apporto calorico di circa 100 calorie per 100 grammi di prodotto.

Breadfruit tree: perché è così importante

A prima vista potrebbe sembrare il frutto di albero qualunque, ma sono altre le caratteristiche che lo rendono così importante. Un albero del pane dopo i tre anni di vita può arrivare a produrre mezza tonnellata di frutta l’anno. La resa per ettaro quindi è decisamente superiore rispetto a qualsiasi altra cultura amidacea (riso, mais, ecc…) e a questo va ad aggiungersi il fatto che non essendo una coltivazione annuale, richiede un dispendio di forze assai minore.

Frutto albero del pane
Frutto albero del pane

L’albero del pane poi viene utilizzato anche per altri scopi. Dalla polpa ad esempio si può ottenere della farina, dalla scorza interna delle fibre, dal legno, molto leggero, imbarcazioni e case.

Le caratteristiche dell’albero del pane poi lo rendono coltivabile in tutte quelle zone tropicali dove il problema delle carestie è sempre in agguato. Per questo motivo organizzazioni come Global Breadfruit e Breadfruit Institute lavorano per la diffusione di questa coltivazione, utile anche per creare nuovi polmoni verdi sul pianeta.

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.

TAG:
consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 08-12-2020


Dieta dello yogurt per rimettersi in forma in fretta (prima delle Feste)

Cesti di Natale fai da te: idee facili ed economiche