Alimentare Watson! Il convegno che coniuga cibo e sport

Alimentare Watson! Il convegno Expo che coniuga cibo e sport

Il corretto apporto nutrizionale è importante per chi pratica sport a livello agonistico e non:  se ne parla ad Expo con l’incontro Alimentare Watson!

Si svolge oggi all’Auditorium di Palazzo Italia a Expo Milano 2015 l’ incontro dal titolo Alimentare Watson! Le performance nello sport e nella danza, promosso dalla Fondazione Bracco in collaborazione con l’Accademia Teatro alla Scala, con il patrocinio del Ministero della Salute.

Leggi anche: Stanchezza da rientro a lavoro? Ecco i 5 cibi che danno energia

Francesco Rocchi, fra i volti più noti di RaiSport, modererà gli interventi di medici, studiosi e specialisti, oltre che di testimonial d’eccezione come l’étoile Oriella Dorella e l’ex difensore nerazzurro Iván Córdoba, su un tema fondamentale per tutti quelli che praticano lo sport e la danza, non solo a livello agonistico, e cioè il corretto apporto nutrizionale ed energetico necessario ad affrontare le rapide modificazioni metaboliche a cui si è soggetti durante i diversi momenti che caratterizzano l’attività sportiva e coreutica – l’allenamento, la performance e il recupero.

Il workshop intende promuovere una maggiore conoscenza su come determinate scelte alimentari possano influenzare non solo la pratica atletica, ma anche la salute presente e, soprattutto, futura.

L’iniziativa prende le mosse dal progetto avviato nel 2013 fra Fondazione Bracco, Accademia Teatro alla Scala e CDI-Centro Diagnostico Italiano e destinato agli allievi della Scuola di Ballo (ragazzi in età compresa fra gli 11 e i 18 anni): il progetto prevede sia l’inserimento nel programma didattico della Scuola di una serie d’incontri con dei nutrizionisti, con l’obiettivo di sviluppare nei giovani ballerini un’adeguata educazione alimentare, sia un costante monitoraggio diagnostico dei ragazzi, per garantire il pieno sviluppo del benessere psico-fisico durante il periodo di studio che, avendo una durata di otto anni, coincide con fasi cruciali della crescita.

Dopo i saluti istituzionali del Direttore Generale dell’Accademia scaligera Luisa Vinci, il workshop si apre con un derby meneghino con gli interventi di Rodolfo Tavana, responsabile sanitario del Milan sul tema L’idratazione nell’atleta e di Piero Volpi, coordinatore staff medico dell’Inter sul tema Alimentazione nei giovani sportivi. Seguono Luca Mondazzi, specialista in Scienza dell’Alimentazione del Centro Ricerche Mapei Sport che parlerà de La vitamina D: attualità in ambito sportivo e Roberta Cazzola, docente di Biochimica della Nutrizione presso l’Università degli Studi di Milano, che si concentrerà su Gli acidi grassi essenziali: quali, quando e quanti.

Chiude gli interventi Benvenuto Cestaro, Direttore della Scuola di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione dell’Università degli Studi di Milano che rifletterà su Come ottimizzare le performance evitando effetti collaterali: alimentare Watson!

Il workshop prosegue con una tavola rotonda in cui Omar De Bartolomeo, Ortopedico del Teatro alla Scala e medico responsabile della Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala focalizzerà la propria attenzione su Aspetti nutrizionali e performance nei ballerini professionisti mentre Raffaella Lorenzut, Direttore Corporate HR del Gruppo Bracco parlerà di Giovani&Sport: educazione, benessere e performance.

Oriella Dorella e Iván Córdoba, sollecitati da Francesco Rocchi, dialogheranno sui temi del convegno portando la propria testimonianza ed esperienza.

Infine, Diana Bracco, Presidente della Fondazione Bracco, traccerà le conclusioni del workshop.

In sala, oltre agli allievi della Scuola di Ballo dell’Accademia accompagnati dal Direttore Frédéric Olivieri e dai docenti, vi saranno anche le giovanili del Milan e del Sassuolo.

ultimo aggiornamento: 07-09-2015