Alimentazione: quando è meglio mangiare i carboidrati

Alimentazione: quando è meglio mangiare i carboidrati e come intervenire grazie ad una dieta sana e bilanciata.

Quando è meglio mangiare i carboidrati? Se state per cominciare una dieta è importante bilanciare bene i carboidrati e soprattutto sapere quando è meglio mangiarli. Una dieta per essere corretta ed equilibrata non prevede rinunce ma tutti gli alimenti siano essi proteine, grassi e carboidrati devono essere equilibrati tra loro.

Quando è meglio mangiare i carboidrati e loro funzioni

Alcuni studi, infatti, hanno dimostrato che l’errore in cui si cade più spesso è quello di mangiare i carboidrati in momenti sbagliati nel corso della giornata. Forse non tutti sanno che i carboidrati andrebbero assunti nel momento in cui il livello di insulina è alto. In questo modo le funzioni del nostro organismo rispondono meglio ai carboidrati e questi momenti sono solitamente la mattina oppure dopo un allenamento.

Carboidrati
https://it.pinterest.com/pin/788200372253673103/

I carboidrati hanno la funzione di fornire l’energia all’organismo, ma nonostante ciò i carboidrati non sono tra i nutrienti più essenziali per noi. Il nostro organismo riesce a sintetizzare il glucosio da diversi aminoacidi ma una dieta povera di carboidrati può provocare un catabolismo di grassi e delle proteine dei tessuti.

Generalmente i carboidrati dovrebbero fornire circa il 55-60% dell’apporto energetico. Ciò però non significa che sia ammesso assumere quantità eccessive di carboidrati ed è sempre importante non esagerare anche dopo un allentamento. Per assumere carboidrati correttamente e in modo equilibrato è consigliato preferire carboidrati dall’apporto calorico basso come quelli provenienti da patate dolci, verdure a foglia verde, legumi, quinoa, riso, amaranto e grano biologico intero.

Legumi
https://it.pinterest.com/pin/576883033488423787/

Le tipologie di carboidrati

Comunemente i carboidrati si distinguono in carboidrati semplici che comprendo i monosaccaridi (glucosi, fruttosio, galattosio) e i disaccaridi (saccarosio, maltosio, lattosio) e carboidrati complessi che essendo composti da più monosaccaridi necessitano di un processo più lungo per essere assorbiti e trasformati in glucosio. Per questo è importante preferire i cereali integrali come segale, farro, kamut, orzo, riso integrale, mais, avena, frumento che a differenza dei carboidrati raffinati sono più digeribili e contengono più nutrienti.

FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/315603886371829268/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 30-04-2017

X