Alimentazione: quando è meglio mangiare i carboidrati e come intervenire grazie ad una dieta sana e bilanciata.

Quando è meglio mangiare i carboidrati? Se state per cominciare una dieta è importante bilanciare bene i carboidrati e soprattutto sapere quando è meglio mangiarli. Una dieta per essere corretta ed equilibrata non prevede rinunce ma tutti gli alimenti siano essi proteine, grassi e carboidrati devono essere equilibrati tra loro.

Quando è meglio mangiare i carboidrati e loro funzioni

Alcuni studi, infatti, hanno dimostrato che l’errore in cui si cade più spesso è quello di mangiare i carboidrati in momenti sbagliati nel corso della giornata. Forse non tutti sanno che i carboidrati andrebbero assunti nel momento in cui il livello di insulina è alto. In questo modo le funzioni del nostro organismo rispondono meglio ai carboidrati e questi momenti sono solitamente la mattina oppure dopo un allenamento.

10 ricette per tenersi in forma

Carboidrati
https://it.pinterest.com/pin/788200372253673103/

I carboidrati hanno la funzione di fornire l’energia all’organismo, ma nonostante ciò i carboidrati non sono tra i nutrienti più essenziali per noi. Il nostro organismo riesce a sintetizzare il glucosio da diversi aminoacidi ma una dieta povera di carboidrati può provocare un catabolismo di grassi e delle proteine dei tessuti.

Generalmente i carboidrati dovrebbero fornire circa il 55-60% dell’apporto energetico. Ciò però non significa che sia ammesso assumere quantità eccessive di carboidrati ed è sempre importante non esagerare anche dopo un allentamento. Per assumere carboidrati correttamente e in modo equilibrato è consigliato preferire carboidrati dall’apporto calorico basso come quelli provenienti da patate dolci, verdure a foglia verde, legumi, quinoa, riso, amaranto e grano biologico intero.

Legumi
https://it.pinterest.com/pin/576883033488423787/

Le tipologie di carboidrati

Comunemente i carboidrati si distinguono in carboidrati semplici che comprendo i monosaccaridi (glucosi, fruttosio, galattosio) e i disaccaridi (saccarosio, maltosio, lattosio) e carboidrati complessi che essendo composti da più monosaccaridi necessitano di un processo più lungo per essere assorbiti e trasformati in glucosio. Per questo è importante preferire i cereali integrali come segale, farro, kamut, orzo, riso integrale, mais, avena, frumento che a differenza dei carboidrati raffinati sono più digeribili e contengono più nutrienti.

FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/315603886371829268/

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 30-04-2017


Tisane della salute: quali ci fanno stare meglio

Alimentazione in gravidanza: cosa è meglio mangiare