Legumi in scatola: perché dobbiamo stare attenti a consumarli?

I legumi in scatola sono sempre una grande comodità perché non dobbiamo attendere i tempi di cottura, spesso lunghi: ma sono davvero la scelta migliore?

chiudi

Caricamento Player...

Legumi in scatola sì o no? La risposta non è negativa al cento per cento, ovviamente: questo tipo di cibi confezionati si può certamente consumare, ma con grande moderazione.

La comodità dei legumi in scatola deriva dal fatto che si possono utilizzare subito, in qualsiasi modo, consentendoci di preparare un piatto senza dover attendere i lunghi tempi di ammollo e di cottura. Inoltre se ne può fare larga scorta, visto che i tempi di scadenza sono lunghi.

Ma quello che dobbiamo tenere in conto è la presenza di due elementi spesso trascurati quando scegliamo di comprare questo tipo di prodotto al posto dei legumi secchi.

Bisfenolo A

Il bisfenolo A (anche indicato semplicemente come BPA) è una sostanza chimica che viene utilizzata insieme ad altre sostanze per produrre, oltre ad altri contenitori, pellicole ecc., anche i rivestimenti per le lattine. I legumi conservati in queste lattine così rivestite devono quindi essere consumati con moderazione. Difatti, l’assunzione prolungata di cibi che sono stati per lungo tempo a contatto con il bisfenolo A possono causare delle patologie gravi come il diabete e vari tipi di tumore. E non solo: tra gli altri rischi sono stati segnalati anche quelli di calo del desiderio sessuale e persino di infertilità nei maschi.

Elevato contenuto di sodio

Un altro punto a sfavore dei legumi in scatola è relativo al contenuto di sodio. I livelli di sodio e quindi di sale sono dovuti alla conservazione ideale di questi alimenti, che sono cotti e quindi necessitano di un trattamento particolare. Il livello di sodio è molto concentrato, e se ci fate caso la loro acqua di governo è – per l’appunto – molto sapida. Questo, a lungo andare, porterebbe a problemi di ipertensione. Sarebbe bene, quindi, almeno sciacquare con cura il prodotto, prima di utilizzarlo, per eliminare parte del sale.

Il cibo scaduto non è tutto da buttare

Fonte foto: Pixabay

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!