Con il cambio di stagione si è più soggetti a virus e influenze, ma esiste una dieta per aumentare le difese immunitarie. Vi sveliamo come comportarvi!

Con l’arrivo del freddo la nostra salute è messa a dura prova. Le temperature rigide sono un ambiente perfetto per il proliferare dei virus, in particolare quelli della famiglia dei Coronavirus, responsabili della maggior parte delle malattie respiratorie. Essendo più deboli in questo periodo dell’anno è più facile ritrovarsi a letto ammalati. L’approccio giusto è la prevenzione e quindi bisogna aumentare le difese immunitarie: gli alimenti che possono aiutarci sono molti, da accompagnare a buone pratiche di alimentazione e una vita sana.

Scopriamo insieme cosa mangiare per aumentare le difese e cosa invece è meglio evitare per non indebolirci ed essere più soggetti a virus e malanni stagionali.

Come aumentare le difese immunitarie con il cibo: gli alimenti da scegliere

Il nostro organismo è ben preparato a fronteggiare i nemici, da quelli più diffusi ai più sconosciuti, ma in un periodo dove il nostro corpo è più vulnerabile, come possiamo aiutarlo? Con l’alimentazione e una vita attiva all’aria aperta. Ecco un elenco su cosa è bene mangiare per diminuire le probabilità di ammalarsi!

Frutta e verdura con vitamina C

Verdure crude
Verdure crude

I primi cibi salva-salute sono frutta e verdura fresche, per la presenza in grande quantità di vitamina C. Questa riduce circa del 40% l’azione dei radicali liberi sui globuli bianchi, i poliziotti della nostra salute. La frutta consigliata è quella di stagione: ad esempio agrumi, ananas, kiwi etc.

Mentre per la verdura è bene mangiare lattuga, spinaci, radicchio, pomodori, broccoli, cavolfiori, peperoni. Inoltre, tutte le verdure di colore rosso e arancione sono perfette: contengono betacarotene che aumenta le cellule dedicate alla lotta contro le infezioni.

Perché l’azione di difesa sia completa, è importante assumere circa 5 porzioni al giorno di frutta e verdura.

Una cottura prolungata (per le verdure, ovviamente) è sconsigliata poiché si perdono tutte quelle sostanze essenziali per una buona difesa immunitaria: sarebbe meglio consumarle crude o con cotture brevi, meglio se al vapore.

Frutta secca e cereali con Vitamina E

Mandorle
Mandorle

La frutta secca o semi oleosi come le mandorle, noci e l’avocado sono fonte di vitamina E o Tocoferolo. La vitamina E è un potente antiossidante e protettore dei linfociti e si trova anche nei cereali integrali – quindi quelli poco lavorati – come orzo, farro, miglio, avena, riso integrale, grano saraceno etc…

Il consiglio è di consumare una o due porzioni al giorno di cereali integrali e fare 1/ 2 spuntini con semi oleosi. Grazie all’apporto significativo di amminoacidi solforati, aiutano proprio le difese immunitarie.

Pesce e legumi per ferro, zinco e Omega 3

grigliata di pesce
grigliata di pesce

Pesce e legumi sono un’ottima fonte di zinco, che sintetizza i globuli bianchi. Pesce azzurro, tonno e salmone, sono ricchi di Omega 3, indispensabile per il sistema immunitario.

Si consiglia di consumarne circa una porzione 2 volte la settimana.

I legumi come fagioli, ceci, lenticchie e piselli, invece, oltre a essere sorgente di zinco, sono anche ricchi di ferro. Dovrebbero essere consumati ogni giorno (anche) in sostituzione alla carne.

Le spezie antiossidanti

vasetti di spezie
vasetti di spezie

Anche le spezie come la curcuma e lo zenzero, ma anche il peperoncino, il curry e il cumino sono antinfiammatorie, ricche di antiossidanti ed essenziali per aumentare le difese immunitarie. Hanno la qualità di riattivare il metabolismo ed eliminare più facilmente le scorie.

Gli alimenti da evitare

Ci sono invece degli alimenti da evitare se vogliamo cercare di non prenderci una bella influenza o di ammalarci. Dobbiamo evitare di mangiare cibi che aumentano l’infiammazione e l’accumulo di grassi nell’organismo:

  • È quindi consigliato ridurre le carni grasse e i latticini, ad eccezione dello yogurt ricco di fermenti lattici vivi.
  • Potete poi pensare di sostituire l’olio extravergine di oliva con l’olio di lino per la presenza di Omega 3 e 6 contro i fenomeni infiammatori.
  • Limitare gli zuccheri (e quindi anche i dolci) che aumentano la vulnerabilità dell’intero organismo, diminuendo anche la sintetizzazione della vitamina C.
  • Cercate di ridurre tutti quegli alimenti con presenza di additivi chimici che potrebbero alterare le difese immunitarie.

Integratori per aumentare le difese

È poi possibile aumentare le difese immunitarie assumendo integratori naturali che si possono trovare in tutte le erboristerie e anche nelle farmacie. Ce ne sono diversi, ognuno con delle caratteristiche essenziali che vi aiuteranno a scegliere a seconda delle necessità: come il succo di aloe vera, la radice di echinacea, la propoli, la spirulina e molto altro.

È importante parlarne prima con il proprio medico per decidere insieme se e cosa è meglio assumere per aiutare il corpo a difendersi.

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati

TAG:
consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 16-09-2020


Cantucci e tozzetti: qual è la differenza tra questi due biscotti?

Pizze assurde: il giro del mondo in 7 rivisitazioni che non avreste mai voluto vedere