Che cos' l'allergia al Nichel: alimenti da evitare, sintomi e cibi consigliati

Allergia al nichel: cos’è e quali alimenti lo contengono

Anche se meno diffusa delle altre, l’allergia al nichel è un problema che affligge sempre più persone. Scopriamo quali alimenti contengono nichel e quali sono i cibi da evitare.

Il nichel è un metallo contenuto non solo in oggetti come orologi, orecchini e braccialetti, ma anche in alcuni cibi. L’allergia al nichel è una delle più difficili da controllare perché, seppur in piccole quantità, questo metallo è presente in moltissimi alimenti.

Allergia al nichel: sintomi

Tra i sintomi più diffusi ci sono le dermatiti, in particolare da contatto. Questo significa che la pelle, venendo a contatto con il nichel, si arrossa. Tra gli oggetti di uso comune non ci sono solo i citati gioielli, ma anche chiavi, forbici, monetine e attrezzi.

Il nichel contenuto negli alimenti può aggravare ulteriormente le manifestazioni cutanee, sfociando in orticaria, eczema e disturbi gastrointestinali arrivando anche alle vie respiratorie e causando mal di testa, febbre e stanchezza.

legumi
legumi

Allergia al nichel: cibi da evitare

Quando si sospetta un’intolleranza al nichel, il medico solitamente consiglia di escludere dalla propria dieta per circa 6 settimane cibo contenente nichel. La lista di questi alimenti è piuttosto corposa:

legumi (lenticchie, fagioli, piselli)

verdure (cavoli, spinaci, carote, funghi, mais, lattuga, broccoli, patate, asparagi)

frutta (albicocche, avocado, mirtilli)

cereali (avena, grano saraceno, farina integrale)

Inoltre ci sono anche altri cibi: la frutta a guscio, aragoste, lievito, cacao e cioccolato. Occorre poi prestare attenzione al recipiente in cui sono conservati e al materiale delle pentole in cui viene cucinato: l’unico metallo a non provocare allergia è l’alluminio.

Allergia al nichel: cosa mangiare

Tra gli alimenti che possono essere consumati senza controindicazioni ci sono radicchio, indivia, finocchi, melanzane, melone, pesche, agrumi, banane, latticini e latte, farina 00, riso, carne e pesce (ad eccezione di platessa, crostacei e mitili).

Un’ulteriore accortezza consiste nel lasciar scorrere per qualche minuto l’acqua del rubinetto la mattina, in modo da sciacquare eventuali residui di nichel nelle tubature.

Soffrite anche di intolleranza al glutine? Ecco quali farine lo contengono.

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 02-10-2019

X