Ingredienti:
• 1 kg di anguilla
• 1 lattina di pelati
• 1 spicchio di aglio
• 1 cipolla dorata
• 20 ml di aceto (+ 100 ml per la marinatura)
• 50 ml di vino bianco secco
• 1 foglia di alloro
• 1 mazzetto di prezzemolo
• sale q.b.
• olio extravergine di oliva q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 40 min

Nota anche come bisato veneto, l’anguilla in umido alla veneta è un secondo piatto particolare, ottimo da servire con una fetta di polenta bianca.

Cucinare l’anguilla sembra essere tutt’altro che semplice dato che è un pesce utilizzato solo in alcune zone d’Italia. Tra queste c’è proprio la laguna veneta che vanta una delle ricette con l’anguilla più buone di sempre. Stiamo parlando dell’anguilla in umido alla veneta, nota anche come bisato in tecia o anguilla alla veneziana.

Come sempre quando si parla di ricette regionali, per far sì che vengano conosciute da sempre più persone, bisogna far ricorso ai programmi di cucina. In questo caso stiamo parlando di Dinner Club, il programma targato Prime Video che ci porta in giro per l’Italia a scoprire nuovi sapori. Scopriamo tutti i passaggi per preparare un bisato veneto a regola d’arte!

10 ricette per tenersi in forma

Anguilla in umido alla veneta
Anguilla in umido alla veneta

Come preparare le ricetta dell’anguilla in umido alla veneta

  1. Per prima cosa lavate per bene l’anguilla sotto acqua corrente.
  2. Rimuovete poi le viscere ed eventuali residui di sangue e sciacquatela una seconda volta.
  3. Tagliatela a tocchi di circa 5 cm e trasferiteli in una ciotola con acqua e aceto. Lasciatela per un’ora.
  4. Scolate quindi il pesce e passatelo di nuovo sotto il getto dell’acqua.
  5. In una casseruola, meglio se di coccio, rosolate nell’olio la cipolla, l’aglio e metà del prezzemolo tritati.
  6. Unite i pelati e lasciate insaporire per 10 minuti.
  7. Ora non resta che aggiungere gli altri ingredienti e cominciare la cottura vera e propria: prima l’anguilla a tocchi, poi il vino, l’aceto, sale, pepe e alloro.
  8. Lasciate andare a fiamma media per 30 minuti mescolando di tanto in tanto così da ottenere una cottura uniforme.

L’anguilla alla veneta è ancora più buona il giorno dopo, magari accompagnata con una fetta di polenta bianca, proprio come vuole la tradizione.

Conservazione

Dato che questo piatto è ancora più saporito il giorno dopo, se vi dovesse avanzare non è certo un problema. Conservate l’anguilla alla veneta in frigorifero ben coperta e riscaldatela prima di portarla in tavola.

3/5 (2 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 02-10-2021


Rafanata: la frittata con patate, rafano e formaggio della Basilicata

Spaghetti allo scammaro: la ricetta del primo con uvetta e pinoli