Gli italiani quest’anno devono far fronte all’aumento dei prezzi della spesa, che non lascia scampo neanche alle cene di Natale e Capodanno.

Il prezzo della spesa è salito ormai da diverso tempo, e gli italiani dovranno fare i conti con questo anche in occasione delle cene di Natale e Capodanno. Secondo Federconsumatori, infatti, c’è stato un aumento dei prezzi di panettone e pandoro, ma non solo, anche di altri cibi tradizionali delle feste come cotechino, lenticchie e zampone del 52% rispetto allo scorso anno.

10 piatti detox per rimettersi in forma dopo le feste

Panettone
Panettone

Aumento dei prezzi di panettone e pandoro: quanto costano

Tra i dolci più tipici del Natale troviamo naturalmente panettone e pandoro. In particolare, come riporta Fanpage.it il prezzo del panettone è aumentato del 23%, aumentando da 10,90€, prezzo del 2021 ai 13,20€ del 2022. Il prezzo del pandoro, invece, le cui vendite sono sempre più in calo di anno in anno, è aumentato del 21%. Gli aumenti di prezzo maggiori si registrano nei datteri (52%) così come nella frutta secca (40%) e nei fichi secchi (32%). Il cotechino, prodotto tipico di Capodanno, è aumentato del 20% al costo di 11,30€, mentre le lenticchie sono aumentate del 19% al costo di 14,34€.

Marzio Gavoni, presidente della Federconsumatori Modena è stato intervistato da Fanpage.it: “Ci sono aumenti del 12-13% secondo i dati Istat soprattutto sui prodotti freschi e questi si riflettono sulla spesa di Natale. Dentro ci sono prodotti tipici come il panettone che è tra quelli che hanno fatto registrare una maggiore crescita dei prezzi. Il consumatore a Natale si troverà ad affrontare un problema che ha tutto l’anno, ovvero un carrello della spesa che è cresciuto più dell’inflazione”.

Secondo Federconsumatori, però, gli italiani non sono disposti a ridurre la spesa per il cibo da mettere in tavola o da donare. Molte persone, infatti, decidono di fare ai propri cari “regali alimentari” come vini, formaggi e prodotti tipici.

Aumento dei prezzi nei ristoranti

Un’altra questione riguarda anche i prezzi dei ristoranti e quindi del cenone di Natale e/o Capodanno che hanno registrato incrementi che vanno tra il 15-20% e anche di più. Sempre Govoni spiega: “Se negli anni del Covid da parte dei ristoratori c’era un’attenzione a mantenere la clientela, ora c’è stato un deragliamento dei prezzi. Poi magari alcuni prodotti restano bassi, come il costo di una pizza Margherita, ma bisogna guardare l’insieme e oggi l’insieme ci dà dati sconfortanti. Una famiglia composta da tre o quattro persona ha difficoltà ad andare a cena fuori più di una volta ogni due mesi. Di conseguenza anche il prezzo dei cenoni si è alzato di molto”.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2023 - PC

ultimo aggiornamento: 15-12-2022


Che fine hanno fatto gli ex MasterChef? Ecco tutte le curiosità

Come ingrassare velocemente e in modo sano: tutte le strategie efficaci