Ingredienti:
• 200 g di farina 00
• 300 g di farina Manitoba
• 8 g di lievito fresco
• 240 g di latte intero
• 80 g di zucchero
• 165 g di uova
• 1 tuorlo
• 60 g di burro
• 2 g di sale
• 1 cucchiaio di miele
• scorza di 1 arancia
• 1 cucchiaio di rum
difficoltà: media
persone: 10
preparazione: 30 min
cottura: 25 min
kcal porzione: 695

Soffice e dalla forma insolita, la brioche col tuppo è una delle ricette più famose della Sicilia. Ecco come prepararla con la ricetta originale!

La brioche col tuppo è un dolce tipico siciliano, solitamente gustato a colazione o a merenda insieme a una buona granita. Ma cosa si mette all’interno di questo soffice pan brioche dalla particolare forma? La risposta, almeno per i siciliani, è scontata: il gelato!

Già, perché a differenza delle tradizionali brioche da colazione, farcite con creme e marmellate, la brioche col tuppo viene tagliata a metà e riempita di palline di gelato. Insolito per i più, in realtà questo abbinamento funziona molto bene e merita di essere provato. Per quanto riguarda il nome invece, il tuppo si riferisce all’acconciatura tipica delle donne siciliane di un tempo, un basso chignon dalla forma arrotondata.

Brioche col tuppo
Brioche col tuppo

10 ricette detox per tornare in forma

Come preparare la brioche col tuppo con la ricetta originale siciliana

La brioche siciliana con il tuppo prevede tre diverse fasi: la preparazione del lievitino, quella dell’impasto e infine l’assemblaggio e l’ultima lievitazione.

  1. Per preparare la brioche col tuppo, cominciate dal lievitino. Versate 120 g di latte preso dal totale in una ciotola, unite 4 g di lievito di birra e mescolate in modo da farlo sciogliere.
  2. Unite quindi 100 g di farina 00 e 100 g di farina Manitoba e impastate bene, fino a ottenere un panetto piuttosto omogeneo.
  3. Mettetelo in una ciotola, coprite con della pellicola e lasciate lievitare in frigorifero per almeno 12 ore.
  4. Trascorso questo tempo preparate il mix aromatico: mescolate 1 cucchiaio di miele con 1 di rum e la scorza grattugiata di 1 arancia, poi mettetela da parte.
  5. Mettete nella ciotola della planetaria le farine rimaste e il lievitino spezzettato con le mani.
  6. Iniziate a impastare aggiungendo il lievito rimanente disciolto in 100 g di latte.
  7. Ora non vi resta che aggiungere, in successione, lo zucchero e infine le uova e il mix aromatico, una alla volta aspettando che la precedente si sia assorbita.
  8. Sempre con la macchina in movimento unite il sale e il burro morbido poco per volta.
  9. Dopo circa 15 minuti il vostro impasto, piuttosto morbido, è pronto per essere messo a lievitare. Trasferitelo in una ciotola e date un giro di pieghe portando l’impasto esterno, quello a contatto con le pareti, verso il centro e premendo bene.
  10. Coprite con un canovaccio e mettetelo a lievitare a temperatura ambiente, lontano da correnti d’aria, per 2 ore.
  11. Trasferite l’impasto sulla spianatoia e ricavate 10 pezzi da 80 g e 10 pezzi da 15 g.
  12. Lavorate ciascuno di essi in modo da ottenere una pallina e metteteli a lievitare su una teglia rivestita di carta forno per 15 minuti.
  13. A questo punto le brioche col tuppo sono pronte per essere assemblate: al centro delle palline più grandi formate un incavo con due dita, allargatelo leggermente e adagiate al centro la pallina più piccola.
  14. Ora non vi resta che sbattere il tuorlo con il latte rimanente e, aiutandovi con un pennello da cucina, spennellare per bene le brioche.
  15. Infornate a 175°C per 25 minuti quindi sfornate e lasciate intiepidire prima di servire.

È possibile realizzare l’impasto anche senza l’aiuto della planetaria, dovrete solo avere pazienza e manualità nell’impastare fino a incordarlo. Se volete provare senza planataria, ecco un video che vi guiderà:

Le brioche col tuppo sono ottime tagliate a metà e arricchite con qualche pallina di gelato. Provatele ad esempio con il nostro gelato al cioccolato!

Conservazione

La conservazione della brioche con il tuppo prevede che si possa lasciare per circa 1 giorno in un sacchetto di carta o apposito per dolci e brioche. Appena cotto potete anche congelarla in frigorifero e prelevarla al bisogno.

Leggi anche
Come fare la granita siciliana, un dolce tradizionale e rinfrescante con foto e video per prepararla!
0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2024 - PC

Ricette estive

ultimo aggiornamento: 12-07-2023


Involtini alla siciliana in friggitrice ad aria

Zucchine sott’aceto, la conserva perfetta per tutto l’inverno!