Ingredienti:
• 1 caffè espresso
• 50 ml circa di latte di mandorla
• ghiaccio q.b.
difficoltà: facile
persone: 1
preparazione: 5 min

Dal Vietnam al Salento passando per Australia e Cile: ne ha fatta di strada il caffè con ghiaccio, noto anche come caffè leccese!

Il caffè con ghiaccio, anche detto caffè leccese (perché nella città pugliese ha trovato terreno fertile), è una preparazione fresca, tipicamente estiva, la cui origine è piuttosto antica.

Possiamo dire, senza paura di essere smentiti, che il caffè con ghiaccio ha fatto il giro del mondo prima di arrivare in Italia e, seppure le varianti siano davvero molte, i due ingredienti che non mancano mai sono l’espresso e il ghiaccio.

caffè leccese con ghiaccio
caffè leccese con ghiaccio

Preparazione del caffè leccese

  1. Riempite un bicchiere di medie dimensioni di ghiaccio.
  2. Versate quindi il caffè, zuccherandolo a piacere, direttamente nella tazzina.
  3. Allungate il tutto con il latte di mandorla fino ad arrivare a un dito dal bordo. Gustate immediatamente.

Le origini del caffè con ghiaccio

Pare sia stato preparato per la prima volta in Vietnam, uno dei più grandi produttori di caffè. La bevanda si chiamava Cà phê đá ed era preparata con caffè macinato grossolanamente, ghiaccio e latte condensato.

È arrivato poi in Sud America, precisamente in Cile, dove si è arricchito con moltissimi altri ingredienti, dando vita a una bevanda ipercalorica chiamata Cafè Helado. Molto apprezzata dai golosi, si compone da  espresso, polvere di caffè, crema chantilly, spezie (cannella, semi di bacca di vaniglia), dulce de leche e frutta secca tritata come mandorle o nocciole. Se ancora non fosse sufficiente, è possibile aggiungere del gelato alla vaniglia!

In Australia, invece, il caffè con ghiaccio si trasforma in una sorta di milkshake servito con panna e gelato. È probabilmente da qui che è nata la moda del famoso frappuccino e di tutte le bevande zuccherata che vengono servite fredde.

In Europa, per la precisione in Spagna, il caffè con ghiaccio perde tutti gli ingredienti aggiuntivi e si trasforma in una bevanda semplice preparata unicamente con caffè, ghiaccio e agrumi: è il Cafè del Tiempo.

Il caffè leccese, la storia della variante italiana

È nel Salento che il caffè con ghiaccio raggiunge l’apice del successo, soprattutto grazie alla famiglia di torrefattori salentini Quarta. Siamo a metà del ‘900 e Antonio Quarta possedeva l’unico bar in città che distribuisse ghiaccio picconato.

Nasce per caso l’idea di unire il caffè a questo tipo di ghiaccio che peraltro è molto più resistente rispetto ai cubetti e può addirittura essere riutilizzato. Per completare la bevanda fresca si aggiunge il latte di mandorla, fondamentale per conferire al caffè il suo caratteristico sapore.

E cosa c’è di meglio di un pasticciotto leccese da abbinare al caffè freddo con ghiaccio?

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

0/5 (0 Reviews)

Scopri i consigli per una casetta di pan di zenzero perfetta

TAG:
Cosa bolle in pentola

ultimo aggiornamento: 24-08-2020


Seppie alla griglia morbide e gustose: una ricetta sorprendente!

Bruschetta con tonno: la ricetta per finger food salati e senza glutine