Ingredienti:
• 50 ml di vodka
• 20 ml di liquore al caffè
• ghiaccio q.b.
difficoltà: facile
persone: 1
preparazione: 5 min
cottura: 00 min
kcal porzione: 250

Ingredienti e ricetta del Black Russian, un cocktail dolce e ideale da servire dopo cena. Assolutamente da provare!

Siete amanti dei cocktail o semplicemente vi incuriosisce questo mondo e volete scoprire come preparare un buon drink? Adesso vi spieghiamo come preparare in pochi e semplici mosse un cocktail dolce e perfetto da servire dopo cena: il Black Russian! È un grande classico e il suo nome richiama i due ingredienti utilizzati: black per il liquore al caffè e russian in onore della vodka. Bastano questi pochi e semplici ingredienti per dar vita a una bevanda dal gusto unico che con il suo profumo di caffè si presta ad essere servito con dolcetti di ogni tipo.

Attenzione però: il black russian ha una gradazione alcolica elevata (30% Vol.) per via della presenza del liquore e della vodka: non esagerate con le quantità! Scopriamo ora la ricetta, la storia e le varianti più famose.

Come pesare la pasta
e il riso senza bilancia?

Black Russian
Black Russian

Preparazione del black russian

  1. Prendete un bicchiere da cocktail (perfetto è quello per l’old fashioned) e riempitelo con i cubetti di ghiaccio. Mescolateli con un bar spot per raffreddare il bicchiere quindi fate gocciolare l’acqua rimasta sul fondo.
  2. Versate all’interno prima la vodka e poi il liquore al caffè.
  3. Mescolate delicatamente con l’apposito cucchiaio per cocktail e servite subito!

Essendo un drink dal gusto prevalentemente dolce, a scapito della gradazione alcolica, il black russian è ottimo da servire dopo cena come digestivo, magari insieme a un quadratino di cioccolato fondente.

Storia e origine

Come tutti i cocktail anche “il black” ha la sua storia che risale al periodo della Guerra Fredda. L’inventore di questo drink fu un barman belga, Gustave Tops, che nel 1949 lo preparò all’Hotel Metropole di Bruxelles in onore di Pearl Mesta, in quel periodo, ambasciatrice americana in Lussemburgo.

Questo cocktail ha riscosso un discreto successo negli anni ’50 e ’60 tra le star di Hollywood e a partire dal 1987 è stato ufficialmente riconosciuto dall’IBA.

Varianti più famose

La variante senza dubbio più nota è il White Russian, che si prepara sempre con vodka e liquore al caffè, ma prevede l’aggiunta della panna e deve la sua notorietà al film Il Grande Lebowsky. Il Red Russian invece prevede il liquore alla ciliegia al posto di quello al caffè mentre il meno noto Mudslide, arricchisce la ricetta tradizionale con la crema al whiskey.

Gradazione alcolica del drink black russian

Il Black Russian è un cocktail classico composto semplicemente da vodka e liquore al caffè (generalmente Kahlúa). Poiché non contiene altri ingredienti, la gradazione alcolica dipenderà dalla quantità di vodka utilizzata e dalla percentuale di alcol del liquore al caffè.

La vodka ha generalmente una gradazione alcolica intorno al 40%, mentre il liquore al caffè come il Kahlúa ha una gradazione alcolica di circa 20%.

Se si utilizza la ricetta classica del Black Russian, con 5 cl di vodka e 2 cl di liquore al caffè, la gradazione alcolica del cocktail sarà di circa il 29%. Tuttavia, è sempre importante ricordare che la gradazione alcolica può variare a seconda della marca specifica di vodka e liquore al caffè utilizzati.

Leggi anche
Scopriamo quanti cocktail con la vodka è possibile preparare
0/5 (0 Recensioni)

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 01-08-2023


Marmellata di anguria fatta in casa: una conserva deliziosa

Come conservare i peperoni sott’olio?

I commenti dei nostri lettori

Lascia un commento

0 Commenti
Feedback in Linea
Visualizza tutti i commenti