Ingredienti:
• caffè q.b.
• acqua q.b.
difficoltà: facile
persone: 1
preparazione: 2 min
cottura: 5 min

Il caffè dello studente è una bevanda a base di caffeina pura che viene usata per incentivare la concentrazione.

Quando si parla di caffè dello studente, si intende un caffè doppio il cui scopo è quello di aiutare chi studia a restare sveglio e a concentrarsi maggiormente. Per capire cos’è è importante conoscerne la ricetta, che si ottiene attraverso un processo particolare che rende il caffè una vera bomba di caffeina.

Noto anche come caffè universitario, questo caffè doppio vanta quindi tutta una procedura che una volta eseguita aiuta a ottenere più energia (nonostante gli effetti collaterali). Ecco, quindi, come preparare il caffè dello studente!

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Caffè dello studente
Caffè dello studente

Preparazione della ricetta del caffè dello studente

  1. Iniziate prendendo la moka, riempiendo il serbatoio d’acqua e inserendo il caffè. Questo andrà messo in modo da formare una montagnetta.
  2. Avvitate la moka e mettete sul fuoco a fiamma bassa.
  3. Quando il caffè esce, versatelo in una tazza e lavate la moka con cura e senza scottarvi.
  4. Versate il caffè appena ottenuto nella caldaia (al posto dell’acqua), aggiungete il caffè in polvere dove va normalmente inserito e fate andare nuovamente la caffettiera.
  5. Quando il caffè esce è finalmente pronto per essere bevuto. Per addolcirlo si potranno usare miele, stevia, zucchero o latte.

Conservazione

Il caffè dello studente va bevuto sul momento e non conservato. Il sapore, altrimenti rischia di alterarsi.

Caffè dello studente: perché evitarlo?

Sebbene il caffè dello studente sia un concentrato di energia, berlo può essere davvero dannoso per la salute. Soprattutto se la cosa si ripete più volte. A causa del concentrato di caffeina, infatti, si può andare incontro ad effetti collaterali anche importanti e tra i quali figurano insonnia, tachicardia, ansia, nervosismo e irritabilità.

Per chi si chiede se il caffè dello studente sia leggenda o verità, invece, esiste veramente e in molti lo preparano durante la sessione esami: c’è da dire che di sicuro aiuta a restare svegli. Quanto al resto, la concentrazione in più che può donare viene ben presto inficiata dagli effetti collaterali che possono insorgere, soprattutto nel lungo periodo.

Per questo motivo è preferibile limitarsi a un buon caffè con la moka e a una routine di studio che sia sana e che contempli le giuste ore di riposo.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 27-06-2022


Torta pere e amaretti, così morbida da sciogliersi in bocca

Prepariamo insieme lo stoccafisso in umido, il piatto tipico napoletano